Scacchierando.it
candidati_2018_home_caruana

Lo Sfidante è Fabiano Caruana!!

Un pezzo d'Italia nel Match Mondiale di Londra! Guanto di sfida lanciato: Carlsen battibile nelle partite a doppio taglio

Fabiano Caruana sarà lo Sfidante di Magnus Carlsen nel prossimo Match Mondiale! E questa la sentenza emessa dal Tornei dei Candidati di Berlino, uno dei più emozionati della storia dei recenti cicli mondiali con quattro giocatori che si sono contesi, fino all’ultimo turno, l’accesso alla Sfida Mondiale. Un pezzo d’Italia sarà dunque presente a Londra nel mese di novembre perché, è bene ricordarlo, per dieci anni (2005-2015) ‘Fabulous Fab’ ha giocato con i colori azzurri vincendo quattro Campionati Italiani Assoluti. E’ ancora presto per sapere se la presenza di un italo-americano in un Match Mondiale incrementerà l’interesse mediatico per gli scacchi nel ‘Bel paese’, nel frattempo non possiamo che condividere questa frase pronunciata da Caruana durante la conferenza stampa del vincitore: “spero che gli scacchi diventino più popolari in USA e in Italia”.

utenti_attivi_caruana_vince_candidati_2018

Anche dopo il cambio di bandiera, molti appassionati italiani seguono ancora Caruana: 254 utenti collegati contemporaneamente su Scacchierando durante le fasi finali dell’ultimo turno

Caruana ha dominato per lunghi tratti la competizione ma, nell’ultimo quarto di torneo, per sua stessa candida ammissione ha iniziato a giocare male sentendo troppo la pressione del primo posto in solitario. Dopo aver perso a due turni dal termine con Karjakin, che così completava un’incredibile rimonta dall’ultimo al primo posto, Fabiano ha dato una tremenda dimostrazione di forza mentale vincendo le ultime due partite (la seconda quando ormai bastava una patta!) e staccando i rivali di un punto intero. Oltre ad essere il primo italiano a disputare un Match Mondiale, Caruana è soprattutto il primo statunitense a giocarsi la Corona di indiscusso Campione del Mondo dai tempi di Bobby Fischer, nel 1972. (Dopo la scissione di Kasparov, nel 1996 Kamsky disputò, e perse, contro Karpov il Mondiale FIDE).

caruana_bandiera_usa_candidati_2018

Caruana festeggia con la bandiera USA sulle spalle

Salgono sul podio, ma restano delusi per l’esito finale, Mamedyarov e Karjakin mentre Ding Liren può ritenersi soddisfatto per il suo quarto posto ottenuto dopo aver concluso il torneo da unico imbattuto. Dopo un inizio travolgente (2,5/3), Kramnik ha perso con Caruana dopodiché non è più stato realmente in corsa per la vittoria finale. L’ex Campione del Mondo si è fermato, come Grischuk, sotto la quota del 50% dei punti. Penultimo posto per un poco brillante Wesley So mentre Aronian, partendo da favorito, ha incassato l’ennesima delusione in un ciclo Mondiale occupando alla fine l’ultimo posto.

Classifica Finale

torneo_candidati_berlino_2018_classifica_finale

torneo_candidati-2018_banner

Guanto di sfida già lanciato!

Un accenno di come Caruana proverà ad affrontare Carlsen nel prossimo Match Mondiale lo possiamo trovare in una sua intervista rilasciata a chessable.com dopo la vittoria del Torneo dei Candidati.

Carlsen è fondamentalmente il giocatore più completo, quindi ogni cosa che fa, la fa bene. Alcune cose le fa perfettamente, ma in altre si può battere. In una partita combattuta, a doppio taglio, quando tu stai rischiando ma anche lui sta rischiando, e devi calcolare, allora lo puoi battere. In una battaglia complicata è certamente possibile superarlo e batterlo. Non penso di calcolare peggio di lui. Fa alcune cose meglio di me, ma penso anche che io faccia delle cose meglio di lui. Se lo metterò sotto pressione sin dall’inizio, avrò sicuramente le mie possibilità.

Da evidenziare la scelta di Caruana di esplicitare, con largo anticipo, quella che potrebbe essere la sua strategia per affrontare il Match. In genere, su questo punto, i contendenti al Titolo Mondiale sono molto riservati. Quella di Fabiano sembra quasi una “provocazione”. Del resto lo stesso Fabiano, alla domanda se ci sarà del “trash-talking” prima del match, ha risposto: “Oh yeah, no doubt…”

Conferenza stampa del vincitore

Reazioni su Twitter

Siamo solo a metà strada

Le congratulazioni del Campione del Mondo

Hey Garry, ti dimentichi di me?

Caruana ha già un fan di lusso

che non perde occasione per polemizzare ..

Congratulazioni in italiano

Carlsen preoccupato? Gli manderò un messaggio!

E’ troppo presto per eccitarsi?

Calendario e risultati

Turno 1 10.03.2018 h.15:00
Kramnik Vladimir 1-0 Grischuk Alexander
Karjakin Sergey 0-1 Mamedyarov Shakhriyar
Aronian Levon ½-½ Ding Liren
Caruana Fabiano 1-0 So Wesley
Turno 2 11.03.2018 h.15:00
Grischuk Alexander 1-0 So Wesley
Ding Liren ½-½ Caruana Fabiano
Mamedyarov Shakhriyar ½-½ Aronian Levon
Kramnik Vladimir ½-½ Karjakin Sergey
Turno 3 12.03.2018 h.15:00
Karjakin Sergey ½-½ Grischuk Alexander
Aronian Levon 0-1 Kramnik Vladimir
Caruana Fabiano ½-½ Mamedyarov Shakhriyar
So Wesley ½-½ Ding Liren
Turno 4 14.03.2018 h.15:00
Grischuk Alexander ½-½ Ding Liren
Mamedyarov Shakhriyar ½-½ So Wesley
Kramnik Vladimir 0-1 Caruana Fabiano
Karjakin Sergey 0-1 Aronian Levon
Turno 5 15.03.2018 h.15:00
Aronian Levon ½-½ Grischuk Alexander
Caruana Fabiano ½-½ Karjakin Sergey
So Wesley ½-½ Kramnik Vladimir
Ding Liren ½-½ Mamedyarov Shakhriyar
Turno 6 16.03.2018 h.15:00
Caruana Fabiano ½-½ Grischuk Alexander
So Wesley 1-0 Aronian Levon
Ding Liren ½-½ Karjakin Sergey
Mamedyarov Shakhriyar 1-0 Kramnik Vladimir
Turno 7 18.03.2018 h.15:00
Grischuk Alexander ½-½ Mamedyarov Shakhriyar
Kramnik Vladimir ½-½ Ding Liren
Karjakin Sergey 1-0 So Wesley
Aronian Levon 0-1 Caruana Fabiano
Turno 8 19.03.2018 h.15:00
Grischuk Alexander 1-0 Kramnik Vladimir
Mamedyarov Shakhriyar ½-½ Karjakin Sergey
Ding Liren ½-½ Aronian Levon
So Wesley ½-½ Caruana Fabiano
Turno 9 20.03.2018 h.15:00
So Wesley ½-½ Grischuk Alexander
Caruana Fabiano ½-½ Ding Liren
Aronian Levon ½-½ Mamedyarov Shakhriyar
Karjakin Sergey 1-0 Kramnik Vladimir
Turno 10 22.03.2018 h.15:00
Grischuk Alexander ½-½ Karjakin Sergey
Kramnik Vladimir 1-0 Aronian Levon
Mamedyarov Shakhriyar ½-½ Caruana Fabiano
Ding Liren ½-½ So Wesley
Turno 11 23.03.2018 h.15:00
Ding Liren ½-½ Grischuk Alexander
So Wesley ½-½ Mamedyarov Shakhriyar
Caruana Fabiano ½-½ Kramnik Vladimir
Aronian Levon 0-1 Karjakin Sergey
Turno 12 24.03.2018 h.15:00
Grischuk Alexander ½-½ Aronian Levon
Karjakin Sergey 1-0 Caruana Fabiano
Kramnik Vladimir ½-½ So Wesley
Mamedyarov Shakhriyar 0-1 Ding Liren
Turno 13 26.03.2018 h.15:00
Mamedyarov Shakhriyar 1-0 Grischuk Alexander
Ding Liren ½-½ Kramnik Vladimir
So Wesley ½-½ Karjakin Sergey
Caruana Fabiano 1-0 Aronian Levon
Turno 14 27.03.2018 h.15:00
Grischuk Alexander 0-1 Caruana Fabiano
Aronian Levon ½-½ So Wesley
Karjakin Sergey ½-½ Ding Liren
Kramnik Vladimir ½-½ Mamedyarov Shakhriyar

Sito ufficiale

Articolo di presentazione

Articoli delle dirette, Turni  1-4  5-7  8-10  11-13

306 Commenti a “Lo Sfidante è Fabiano Caruana!!”

  1. Megalovic
    27 marzo 2018 - 00:57

    Avendo l’articolo dedicato ai turni 11-13 superato quota 200 commenti, per una migliore fruibilità del sito (soprattutto per tablet e smartphone) abbiamo pubblicato questo articolo dedicato all’ultimo turno del Torneo.

    Clicca QUI per aprire l’articolo dedicato ai turni 11-13

    PS
    Come curiosità, e a testimonianza del grande interesse suscitato dal Torneo dei Candidati, segnalo che sinora gli articoli dedicati alla presentazione e alla diretta di questa competizione hanno raccolto complessivamente 998 commenti!

  2. Megalovic
    27 marzo 2018 - 01:55

    Qual’e’ la strategia che, Grischuk permettendo, Caruana dovrebbe adottare?
    Giocare una partita squilibrata cercando la vittoria, e rischiando la sconfitta, o puntare su una solida patta sperando che Mamedyarov e Karjakin non vincano? Secondo Mark Crowther, autore di The Week in Chess, la strategia migliore sarebbe quella di “pattare e sperare”‏

    @MarkTWIC
    I think the percentage play is to draw and hope for the best. Imagine how you’d feel if you lost and a draw was enough? Grischuk will have some say of course, but he might also want a draw as he’s out of it.

    Sembrano dare ragione a questo “suggerimento” le probabilità di successo basate sulle possibili combinazioni “pesate” per la probabilità che determinati risultati si verifichino, calcolate QUI da Eric Isaacson.

    Prima dell’inizio del turno Caruana ha circa il 53% (14 combinazioni su 27) di possibilità vincere il torneo, e il 56% se si considerano le stime dei “pesi” dei singoli risultati. In caso di patta di Caruana, le probabilità di vittoria scenderebbero al 44% (4 combinazioni su 9), ma quelle calcolate con i “pesi” salirebbero al 68%.

    Non la pensano così i bookmakers, che sono sostanzialmente indifferenti alla strategia che userà Caruana. Se Fabiano patta, utilizzando le quote sui singoli eventi la probabilità che Caruana vinca il torneo è del 52%, solo leggermente inferiore a quel 55% che gli attribuiscono prima di conoscere il risultato della partita con Grischuk.

  3. Megalovic
    27 marzo 2018 - 15:03

    Grischuk apre 1.e4 forse con l’intenzione di sfidare Caruana a giocare un’apertura più tagliente, ma Fabiano “resta nel suo” giocando la russa e chiarendo (forse) subito le sue intenzioni. Karjakin-Ding Liren è una spagnola (non berlinese). Kramnink-Mamedyarov una Catalana.

  4. Megalovic
    27 marzo 2018 - 15:18

    La posizione della Grischuk-Caruana dopo 8.c3 ha pochissimi precedenti, e tutti tra under 2400. Smirin aveva giocato 8.c5, Vallejo Pons 0-0.

  5. Megalovic
    27 marzo 2018 - 15:21

    Nel frattempo Aronian e So decidono di porre fine il più presto possibile al loro torneo. Patta per triplice ripetizione dopo 17 mosse.

  6. Megalovic
    27 marzo 2018 - 15:23

    Dopo 8..Cc6 9.0-0 si si rientra in una Vallejo Pons-Perez Garcia (2406) 1-0 Campionato Spagnolo a Squadre 2009 proseguita con 9..Ag4.

  7. Megalovic
    27 marzo 2018 - 15:35

    Karjakin e Ding Liren cambiano in 16 mosse tre coppie di pezzi leggeri. Svidler non capisce la scelta del nero, ma forse perché si aspettava qualcosa di diverso visto che si tratta di una partita in cui entrambi devono vincere.

    chess24.com
    @chess24com
    3 min3 minuti fa
    Svidler isn’t impressed by Ding Liren’s handling of the opening against Karjakin: https://chess24.com/en/watch/live-tournaments/fide-berlin-candidates-2018/14/1/3 … The game is a must-win for both of them! #c24live #BerlinCandidates

  8. Megalovic
    27 marzo 2018 - 15:42

    Caruana sceglie proprio 9…Ag4 seguendo la partita citata (Vallejo Pons-Perez Garcia (2406) 1-0 Campionato Spagnolo a Squadre 2009) che proseguì con 10. Te1 Dd7 11. h3 Af5 12. Dc2 Axd3 13. Axd3 0-0

  9. Megalovic
    27 marzo 2018 - 15:45

    Sacrificio di pedone di Kramnik, e Mamedyarov accetta.

  10. Megalovic
    27 marzo 2018 - 15:59

    Dopo 10. Te1 Dd7 11. h3 Caruana devia dalla partita citata tendendo in vita l’alfiere campochiaro con Ah5 al posto di Af5.

  11. Megalovic
    27 marzo 2018 - 16:12

    Nel frattempo Kramnik gioca 12.Tfd1 cercando di evidenziare il ritardo di sviluppo del nero che ha ancora l’alfiere in c8. I motori dicono 0.00 ma dopo una variante che vi risparmio (ad un certo punto prevede il sacrificio di Cavallo del bianco con Cc6!)

    • Megalovic
      27 marzo 2018 - 16:20

      Mamedyarov gioca Txd1+ 13. Txd1 Cxe5 14.Cxe5 Da5 e adesso la “disumana” 15. Cc6!? fondamentalmente forza una quasi-patta dopo bxc6 16. Axf6 Axf6 17. Dxc6 Bb7 (unica per non perdere la torre, o per non prendere matto) 18. Dxb7

    • Megalovic
      27 marzo 2018 - 17:05

      Possibile. In fin dei conti Caruana è stata l’unico dei suoi possibili avversari a dimostrare, seppure per brevi periodi (e raggiungendo un live rating di 2850!), di poter diventare “ingiocabile” per tutti. Se Caruana dovesse in un match “azzeccare” quella forma, sarebbero seri guai anche per il norvegese. Forse la sua dichiarazione fatta a metà torneo (spero vinca Caruana) è stata un tentativo di mettere ulteriore pressione a Fabiano.

  12. Megalovic
    27 marzo 2018 - 17:02

    Magnus Carlsen‏, all’inizio del turno

    @MagnusCarlsen
    2 h2 ore fa
    70% chance for Caruana

  13. Megalovic
    27 marzo 2018 - 17:31

    Non banale la mossa di Caruana: 14..h6 toglie la casa g5 dai desideri dei pezzi bianchi, e anticipa le possibili minacce del pedone che era in h7.

    Orologi
    Grischuk 35′ Caruana 45

  14. Megalovic
    27 marzo 2018 - 17:39

    Nel frattempo possiamo dire che Kramnik, evitando possibili ripetizioni, non sta affatto giocando per la patta. Anzi ha appena giocato uno pseudo sacrificio di pezzo con 22.Df3

    Ricordo che, in caso di vittoria di Mamedyarov, Karjakin sarebbe aritmeticamente fuori dalla corsa per la vittoria del torneo.

  15. Megalovic
    27 marzo 2018 - 17:57

    16.Cd4!? di Grischuk, metodo fantasioso per liquidare le Donne e mantenere la coppia degli Alfieri contro A+C.

    Orologi
    Grischuk 13′ Caruana 26′

  16. Megalovic
    27 marzo 2018 - 18:17

    Nonostante la valutazione dei motori favorevole al nero nel finale Alfiere contro Cavallo, volendo Karjakin può costruire una fortezza invalicabile dal Re e dall’Alfiere del nero (analisi di Svidler). E’ da vedere se invece il russo proverà comunque a vincere, nonostante tutto.

  17. Megalovic
    27 marzo 2018 - 18:21

    Dopo 21.f3 i motori suggeriscono a Caruana di sacrificare il cavallo (21..Cxb4) per due pedoni, dopodiché il nero avrebbe tre pedoni passati. Mossa eventualmente da valutare se Karjakin e Mamedyarov avessero vinto, o fossero vicino al farlo. Non credo Fabiano la giocherà.

    Grischuk 4′ Caruana 21′

    Nel frattempo, Kramnik ha sempre un pedone in meno, e il nero ha ancora l’alfiere in c8.

  18. Megalovic
    27 marzo 2018 - 18:51

    Caruana rompe gli indugi con 31.d4 in zeitnot reciproco!

    Grischuk 1′ Caruana 3′

  19. Megalovic
    27 marzo 2018 - 19:00

    Raggiunto il controllo della 40esima!

    Finale 2T+4p a testa più Alfieri contrari, con Caruana che dovrebbe guadagnare un pedone. Fabiano adesso potrà andare a vedersi le altre partite e troverà:
    Kramnik T+A+2p contro A+C+4p di Mamedyarov.
    Karjakin con due pedoni in meno (Cavallo contro Alfiere) contro Ding Liren.

  20. Megalovic
    27 marzo 2018 - 19:49

    Kramnik come spesso è accaduto in questo torneo è “avventuroso”. Mamedyarov potrebbe avere chance in un finale considerato dai più pari.

  21. Megalovic
    27 marzo 2018 - 19:56

    Nel frattempo Grischuk pensa molto e se Mamedyarov e Kramnik dovessero pattare, è probabile che Caruana offrirà patta anche se in posizione migliore.

    Mi sembra che il russo adesso, se Mamedyarov prende l’ultimo pedone del bianco, abbia il perpetuo. Immagino l’azero non si affretterà a giocare mosse proprio per non agevolare questo scenario. Di sicuro, non catturerà il pedone.

  22. Megalovic
    27 marzo 2018 - 20:08

    Cambiati i pezzi leggeri nella Kramnik-Mamedyarov, credo che il finale T+p contro A+3p non si possa perdere anche con tutta la buona volontà del mondo.

  23. Megalovic
    27 marzo 2018 - 20:10

    Mamedyarov patta!

  24. Megalovic
    27 marzo 2018 - 20:14

    Kasparov è curioso di sapere se adesso Caruana offrirà o meno patta, offerta che Grischuk stando peggio non farà, credo.

    qui la diretta del Saint Louis Chess Club.

  25. Megalovic
    27 marzo 2018 - 20:20

    Continuano a giocare!

  26. Megalovic
    27 marzo 2018 - 20:24

    Probabilmente Caruana con h5 e h4 si sta preparando ad “entrare” con il Re nel lato di Re.

  27. Megalovic
    27 marzo 2018 - 21:02

    Caruana se vuole può continuare ma per sicurezza una Torre la cambierei giocando 61…Tb2, per giocare più tranquillamente. Anche se questo cambio diminuirebbe le chance di vittoria.

  28. wolf
    27 marzo 2018 - 21:39

    Da Campione Italiano a Campione Olimpico a sfidante per il titolo di Campione del Mondo. Grande Fabiano, complimenti. Nonostante il cambio di federazione mi piacerebbe che domattina la Gazzetta dello sport dedicasse ancora un bell’articolo a Caruana. (Simone Battaggia ci sei?)

  29. wolf
    27 marzo 2018 - 22:00

    Simone c’è!

    Ciao Giorgio, buonasera,
    grazie per la mail. Domani usciamo con un pezzetto sulla Gazzetta. Niente di che, una trentina di righe, ma meglio di nulla!

    Un saluto
    Simone

  30. Megalovic
    27 marzo 2018 - 22:18

    Giri si dichiara subito fan di Caruana, e su questo c’erano pochi dubbi (il tweet nell’articolo).

  31. Megalovic
    27 marzo 2018 - 22:59

    Iniziamo subito con le quote 😀
    Al momento di una sola casa di gioco.
    Vincitore del Mondiale
    Carlsen 62,5%
    Caruana 37,5%

  32. Megalovic
    27 marzo 2018 - 23:13

    Per certi versi paradossale la prima domanda a Grischuk nel post partita con Caruana, e cioè se fosse “fair” (giusto) che Caruana continuasse nonostante gli bastasse la patta. “Assolutamente” la risposta di Grischuk

  33. Megalovic
    28 marzo 2018 - 00:10

    Inseriti nell’articolo una serie di tweet di Carlsen, Kasparov, Kamsky, Vachier-Lagrave, Sabino Brunello, Giri…

  34. Megalovic
    28 marzo 2018 - 01:21

    In attesa della Gazzetta segnalo questi articoli sui siti on line stranieri

    Spiegel (Germania)

    The Guardian (Gran Bretagna)

    El Pais (Spagna)

    In Italia la notizia su “Il Gazzettino“, articolo a firma di Gigi Bignotti.

  35. Fabiano Caruana vince il Torneo dei Candidati 2018 e guarda a Londra
    28 marzo 2018 - 08:49

    […] considerazione riguardo la nazionalità di Caruana. Pare (lo riporta il sempre informato sito scacchierando) che al termine del Torneo Caruana abbia detto: “Mi auguro che questo mio successo renda un […]

  36. Megalovic
    28 marzo 2018 - 13:03

    Corriere della Sera – Il quotidiano di via Solferino dedica qualche riga all’italo-americano che sfiderà il re degli scacchi

  37. Megalovic
    28 marzo 2018 - 15:20

    La notizia del trionfo di Caruana su alcuni siti d’informazione “generalista” statunitensi, che com’era prevedibile evidenziano come Fabiano Caruana sia il primo americano dai tempi di Bobby Fischer a giocare un Match Mondiale (ma qualcuno si ricorda anche di Kamsky).

    CBS

    The New York Times

    The Washington Times

  38. Megalovic
    28 marzo 2018 - 15:38

    Un accenno di come Caruana proverà ad affrontare Carlsen nel prossimo Match Mondiale lo possiamo trovare in una sua intervista rilasciata a chessable.com dopo la vittoria del Torneo dei Candidati.

    “Carlsen è fondamentalmente il giocatore più completo, quindi ogni cosa che fa, la fa bene. Alcune cose le fa perfettamente, ma in altre si può battere. In una partita combattuta, a doppio taglio, quando tu stai rischiando ma anche lui sta rischiando, e devi calcolare, allora lo puoi battere. In una battaglia complicata è certamente possibile superarlo e batterlo. Non penso di calcolare peggio di lui. Fa alcune cose meglio di me, ma penso anche che io faccia delle cose meglio di lui. Se lo metterò sotto pressione sin dall’inizio, avrò sicuramente le mie possibilità.”

    Evidenzierei anche la scelta di Caruana di esplicitare con largo anticipo quella che potrebbe essere la sua strategia per affrontare il Match. In genere, su questo punto, i contendenti al Titolo Mondiale sono molto riservati. Quella di Fabiano, a mio avviso, sembra quasi una “provocazione”. Del resto lo stesso Fabiano, alla domanda se ci sarà del “trash-talking” prima del match, ha risposto: “Oh yeah, no doubt…”

    PS
    ricordo che un commentatore di Scacchierando ha sempre battuto molto su questo punto, sostenendo che Carlsen è “battibile” nelle partite complicate e a doppio taglio. A quanto pare Caruana gli sta dando ragione. Va anche detto che Karjakin ha dimostrato di poterlo (quasi) battere in tutt’altro modo.

  39. Anonimo 109
    28 marzo 2018 - 17:09

    Come già fatto notare, anche negli USA non mancano le discussioni. Fa piacere vedere citato Vocaturo in ottica sfidante mondiale :-)

    macauley*** 29 minutes ago
    @ greeneyed – I’m really not forgetting that, as I covered Fabiano extensively during his period playing for Italy while reporting for ICC, Chess Life and chess24. There’s a distinction to be made between cultural heritage and chess federation affiliation, and I can fully understand taking the position – as for instance the US Chess Federation does – that “the last American to compete for the world championship was GM Gata Kamsky, who lost a match to GM Anatoly Karpov in 1996.”

    But my view on this is that:
    A) The Kamsky – Karpov match is not part of the “classical world championship” match history as Kasparov was the (disputed, though widely recognised) World Champion at that time.
    B) There’s a difference between cultural affiliation and chess federation affiliation. Caruana is unquestionably American. Kamsky, in 1996, was a recent immigrant, although he had already won the US Championship. I’ll admit this is a grey area, particularly given the USA’s rich history of welcoming immigrants, and would only emphasise that this is a secondary point to (A), when it comes to the headline of the article.

    An analogy could be if one were to imagine that GM Daniele Vocaturo were to qualify for a World Championship match, say in 2022. Would it be wrong to say that he was the “first Italian to qualify for a World Championship”? It’s debatable, but personally, I would not find that to be particularly sensationalist a headline, even though Caruana does have an Italian passport.

    ***Editor in Chief of ChessBase News

  40. Megalovic
    28 marzo 2018 - 17:12

    La differenza su come gli statunitensi possano “vedere” Caruana e Kamsky credo si possa spiegare, in estrema sintesi, con il fatto che Caruana può diventare Presidente degli Stati Uniti, Kamsky no.

  41. Megalovic
    28 marzo 2018 - 18:17

    Le prese in giro tra Carlsen e Giri non terminano mai, questa volta per interposta persona. Il secondo del Campione del Mondo Peter Heine Nielsen ha infatti re-twittato il tweet di Giri, incorporato in questo articolo, in cui l’olandese si dichiara fanboy di Caruana, e ha aggiunto: “Due dei miei giocatori preferiti. Le loro vittorie includono Torneo dei Candidati, Olimpiadi, London Classic, Sinquefield, Dortmund e Zurigo!”

    E’ quasi inutile far notare che si tratta di successi del solo Caruana. In precedenza, Carlsen aveva risposto a Giri (durante una disputa le cui origini sono ormai difficili da risalire): “vinci qualche torneo e poi qualcuno ti prenderà sul serio”. Chissà come reagirà Giri alla battuta e soprattutto dall’esser stato degnato dell’interesse non più del Re, ma di un suo “secondo”.

    Peter Heine Nielsen
    ‏@PHChess
    20 min20 minuti fa
    Altro Peter Heine Nielsen ha ritwittato Anish Giri
    Two of my favorite players:
    Their tournament victories includes Candidates, Olympics, London Chess Classic, Sinquefield Cup, Dortmund and Zurich!

    • Megalovic
      28 marzo 2018 - 18:52

      Risposta immediata di Giri che riconosce la bontà della battuta, augurandosi che a novembre possa conservare il Titolo Mondiale 🤓

      Anish Giri
      Account verificato
      @anishgiri
      In risposta a @PHChess e @chess24com
      Haha good one, hope you keep your world title in November! 🤓

    • Megalovic
      28 marzo 2018 - 19:28

      Su questo (il giocatore con più culo della Storia) se la giocherebbe con Capablanca visto che, almeno da quel che ho letto in giro, all’epoca, quando il cubano dominava in lungo e in largo, alcuni iniziarono a sostenere che anche lui avesse simili debolezze (aperture relativamente poco conosciute, tendenza eccessiva alle semplificazioni per evitare il mediogioco etc).

      Per esempio, adesso non ricordo chi lo disse, ma qualcuno sosteneva, ironicamente, che Capablanca cambiasse una coppia di torri perché così sapeva quale torre mettere nella colonna aperta, che cambiasse una coppia di Alfieri per sapere il colore delle case dove mettere i pedoni..

      • Megalovic
        28 marzo 2018 - 19:40

        Aggiungo però che Alekhine sostenne di aver battuto, a sorpresa, Capablanca nel match mondiale proprio dopo uno studio accurato di queste debolezze.

        Per come la vedo io, più semplicemente, se domini “troppo” (arrivando ad avere quasi 100 punti Elo in più del secondo al mondo) e troppo a lungo (anni e anni a vincere a ripetizione Tornei, Mondiali etc), e se non ti chiami Kasparov, il rischio di perdere gli “stimoli” c’e’. Forse anche per questo Carlsen si augurava di affrontare Caruana. Perché la sfida con “Fabi” lo stimola visto che è l’unico che in questi anni si è avvicinato a meno di 10 punti Elo, ed ha avuto in un paio di occasioni anche la possibilità di superarlo.

  42. Megalovic
    28 marzo 2018 - 19:11

    Ricordo che ci fu un periodo in cui molti nell’ambiente sostenevano che i finali di torre fossero un punto relativamente debole di Carlsen. Se non ricordo male, queste “voci”, anche autorevoli, presero una certa consistenza dopo questa partita del Memorial Tal 2013.

    http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1721334

    Però, francamente, mi sembra che queste “voci” nel frattempo si siano lentamente “estinte”.

  43. Megalovic
    28 marzo 2018 - 19:18

    Ecco ho trovato per esempio Van Wely.

    “Magnus is very strong in endgames…. However, the stats for the lucky few who manage to reach a better endgame against him are encouraging. There were three of them in 2013: Ivanchuk, Wang Hao and Caruana. All three of them got to a (drawish) rook endgame a pawn up and all three of them won!”

    http://www.chessdom.com/magnus-carlsen-does-have-a-few-weaknesses/

  44. GaborBalogh
    28 marzo 2018 - 19:32

    Secondo me il punto fondamentale l’ha centrato Caruana: fermo restando che Carlsen non è una schiappa sotto nessun aspetto del gioco, non sarà il migliore sotto tutti gli aspetti, ma è il più completo. Puoi giocare l’apertura meglio di lui, ma poi lui ti batte per una maggiore comprensione Dell posizione. Magari calcoli meglio di lui in posizioni complesse, ma la sua tenacia psicologica avrà la meglio quando tu ti sarai stancato di calcolare a bestia (lo si è visto più di una volta, recuperi in extremis di partite apparentemente perse). Se il suo tallone tallone d’Achille sono ancora oggi i finali di torre (non sono sicuro, ma nel dubbio voglio fidarmi di Dvoretsky che ne sa a pacchi), lui stesso immagino che lo sappia, e quindi prima di tutto bisognerà trovare il modo di costringere più di un paio di volte un giocatore con una così alta consapevolezza del gioco, una sensibilità così affinata e una psiche rocciosa, proprio in quelle poche posizioni e in pochi quei finali che lui vuole evitare. Tanto più che le posizioni complesse e taglienti sono sempre rischiose per ambedue i giocatori, per quanto elevate siano le abilità di calcolo, perché nemmeno Caruana è una macchina. È la completezza di Carlsen, anche sotto il profilo psicofisico, che ti fotte sempre. Per questo, nonostante i difetti che possano scovare (aperture, calcolo, finali di torre, quello che vi pare), alla fine è il più costante nelle prestazioni, è il più difficile da battere, vince più di tutti e ha uno score positivo contro tutti. Insomma, è il campione del mondo!

  45. Megalovic
    28 marzo 2018 - 20:43

    Anonimo 109, Carlsen di momenti migliori ne ha avuti tanti. Se concordiamo sul fatto che l’Elo sia un discreto indicatore dei “momenti migliori”, il fatto che il suo best Carlsen l’abbia raggiunto all’interno di quel periodo (2882, maggio 2014) e che per tutto il 2013 abbia avuto un Elo over 2860 (Elo che Carlsen non raggiunge da quasi 3 anni), vuol dire che anche quello fosse un “momento migliore”.

  46. Angelmann
    28 marzo 2018 - 22:21

    Interessante il punto di vista di atomico, compresa la considerazione sul tempo, che costituisce buona parte della mia modesta opinione, non concordando tuttavia alla fine sulla soluzione delle posizioni “semplici” da decifrare.
    La pratica ha dimostrato finora che Fabiano non sembra poter colmare il gap che ha rispetto a Carlsen in termini di rapida intuizione / decisione. Non è chiaro quanto questo ricomprenda la comprensione posizionale, è chiaro ed evidente tuttavia che Carlsen è un giocatore veloce nettamente migliore di Caruana (e di chiunque altro, magari con minore vantaggio).
    Il nodo è che Fabiano ha frequentemente problemi di zeitnot. Nelle occasioni in cui ha giocato meglio e vinto competizioni importanti ha anche gestito meglio (ma non del tutto) questa difficoltà. La mia impressione è che Caruana prenda in considerazione più “mosse candidate” e analizzi a fondo, e le analisi delle mosse che poi scarta contribuiscono al pieno feeling con la posizione e alla scelta di gioco. Poi, però, arriva lo zeitnot. Sicuramente a Caruana piacciono le posizioni complesse, in cui trovare sviluppi sottili, sfumature che possano creare piccoli vantaggi.

    A un Carlsen meno preparato di altri in apertura, non sempre al’altezza in un mediogioco complesso, non grande calcolatore, con debolezze in alcuni finali… Beh, non credo molto. Mi piace invece il paragone con Capablanca e Karpov, l’idea di un grande giocatore con uno straordinario feeling con la scacchiera, che sente dove mettere i pezzi, con una percezione molto dinamica. Carlsen forse non crede molto alle grandi mosse, alla migliore delle migliori da trovare, per quanto complesse le vie dell’equilibrio sono spesso più d’una. Quindi, un campione nel cogliere le imprecisioni altrui e a sfruttarle.
    Carlsen imbattibile, quindi? No, ma è sicuramente il favorito, e non di poco, anche perché la sfida con Fabiano lo stimolerà più che quella con altri, credo che arriverà al match molto preparato.

    Nel suo percorso di questi ultimi anni ho avuto l’impressione che Caruana abbia lavorato su questi suoi “difetti”. Gestire meglio il tempo senza perdere la qualità di gioco che Fabiano riesce ad esprimere. La sensazione di questi candidati è stata quella di un Caruana più forte e maturo ma non immune dai suoi difetti, dal rischio di zeitnot innanzi tutto.
    Poi c’è il fattore agonistico (che finora sembra privilegiare Carlsen, molto “killer”, come altri grandissimi campioni) e la particolare situazione del match, con psicologia e tensioni molto speciali.

    Carlsen è il favorito ma Fabiano ha delle chance e potrebbe stupirci (nel caso, qualcuno commenterebbe che non era il miglior Carlsen, ma bisogna pur chiacchierare!).

  47. whitehead
    29 marzo 2018 - 16:58

    Non c’è alcun dubbio che le sfide per il mondiale abbiano bisogno di un approccio diverso dal solito, e carsen risulta il più forte non solo nei vari tornei ma anche in match brevi o lunghi che siano.
    Dopo aver stentato nel torneo dei candidati, batte in modo assai convincente il campione in carica Anand, e tutti o quasi a dire che aveva battuto un campione ormai a fine carrriera, per poi essere smentiti quando Anand rimette in riga tutti quanti vincendo il torneo dei candidati e si guadagna la rivincita contro Carsen, stavolta le cose vanno un po’ meglio della prima sfida ma il risultato non cambia, Carsen è di nuovo campione.
    Poi nel 2016, si ritrova abbastanza a sorpresa Karjakin come sfidante, e conoscendo il russo, tutti noi sapevamo in anticipo quale fosse la sua strategia, che per poco non funzionò, vincendo l’ottava partita mise a segno un colpo che vrebbe steso chiunque ma non Carlsen, che fino a quel momento sembrava non preoccuparsene più di tanto, ma dopo la sconfitta all’ottava le cose cambiarono e reagi in modo decisivo pareggiando i conti alla decima, dopodichè decise di non rischiare più nulla e liquidò la pratica Karjakin vincendo gli spareggi rapid in modo deciso e perentorio senza cnocedere nulla al russo anzi, permettendosi una chiusura elegante con il sacrificio di donna.
    Questo dovrebbe dare l’idea di quanto Carsen sia solido, Caruana ha tutte le carte in regola per affrontarlo ma per poterlo battere dovrà giocare tutte e 12 le partite come se fossero uniche, magari partite come quella appena vinta con Grischuk, che magari alcune possono anche finire patte, ma giocarle fino in fondo proprio come ha fatto all’ultimo turno nonostante avesse già la vittoria in tasca.

  48. Megalovic
    30 marzo 2018 - 14:49

    Si Mario, Caruana in questo è stato molto “carlseniano”. Nei 19 Super Tornei vinti dal 2011 a oggi Carlsen ha ottenuto complessivamente 9 punti* in più del 2° classificato, il 67% (6) dei quali ottenuti (in più del 2° classificato) contro l’ultimo (se andata e ritorno) o gli ultimi due (se solo andata) in classifica finale.

    * considerando 1 punto per la vittoria e 0,5 punti per la patta, anche se il torneo prevedeva i 3 punti per la vittoria e 1 per la patta.

  49. GaborBalogh
    30 marzo 2018 - 15:10

    @sandinista
    Anzitutto, non ho mai detto che sei un idiota e, in quanto al “ridicolo”, mi riferivo a certe strampalate teorie sull’elo e non so che altro mirate a sminuire il valore di Carlsen, non a quello che stai dicendo tu qui. Poi non ti è ancora sufficientemente chiaro che io di Caruana me ne fotto, di Carlsen me ne strafotto e di chi vincerà me ne arcifotto. A me interessa vedere solo belle partite, punto. Ciò che qui scrivo deve essere considerato solo come “futile opinione”, “pour parler”, non ho la pretesa che hai tu di enunciare verità apodittiche, non mi sento così intelligente da leggere nella testa altrui e sapere con certezza quando mentono e quando no. Ma questa non è altro che la millesima dimostrazione di quanto sia difficile interloquire con un tifoso. Non appena uno ti sfiora il pupillo, ti agiti. Uno non può azzardarsi a sussurrare che Caruana ha una mezza debolezza, che si trova già un tuo commento sotto in cui ne tessi alte lodi e mostri le infinite mirabilia del genio più grande che scacchiera abbia mai visto. Dico e ripeto innumerevoli volte che Caruana è fortissimo, è l’avversario più pericoloso per Carlsen, che ha notevoli margini di miglioramento perché dotato di ferrea disciplina, determinazione, ambizione e spirito di sacrificio, che ha perlomeno il 40% di probabilità di battere Carlsen a novembre e che, comunque vada, in futuro potrebbe diventare il più forte scacchista del mondo – ma a te non basta. Quindi, spiegami, oh tifoso, cos’è che vuoi? Non l’ho mica capito. Vuoi che tutti ripetiamo all’unisono che Caruana è il più grande di tutti, il migliore di sempre, imbattibile e invulnerabile, scevro di qualsivoglia difetto, buono bravo e bello, onnipotente e onnisciente, generato ma non creato, della stessa sostanza del Padre? È questo che vuoi? Bene: Caruana è Dio. Spazzerà via quella mezza calzetta di puzzone norvegese giocandoci alla cieca e aprendo con 1. a3 e 2. h3. Se lo palleggerà offrendogli una torre di vantaggio, gli spezzerà le reni, gli farà cadere i capelli per la paura e lo ridicolizzerà davanti al mondo intero al punto da fargli appendere la scacchiera al chiodo per sempre. Va meglio adesso? Ti senti più tranquillo, più sereno? Ottimo

  50. Megalovic
    31 marzo 2018 - 13:00

    “Lo scacco di Fabiano Caruana a Vladimir Putin il terribile” (che pare ci sia rimasto male del mancato successo di Karjakin) è il titolo di un articolo pubblicato ieri sul Corriere della Sera.

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Clicca per Registrati.