Scacchierando.it
evidenza

Campionato del Mondo 2018

Giorno di riposo con il Match ancora in perfetto equilibrio: Carlsen-Caruana 5,5-5,5 dopo 11 patte!

Il  Mondiale 2018 arriva al sesto giorno di riposo ancora in perfetta parità: 5,5,-5,5 dopo 11 patte! Il Match ripartirà lunedì 26 novembre con la dodicesima ed ultima partita classica nella quale Caruana avrà il bianco. Resta pertanto solo un incontro per evitare che, per la prima volta nella storia, un sfida per il Titolo Mondiale si decida con degli spareggi rapidi senza risultati decisivi nelle “classiche”. A tal proposito vale la pena di riportare una dichiarazione rilasciata da Carlsen dopo la decima partita, rassicurante per i “puristi” del gioco che dopo questa sequela di patte stanno ascoltando le più diverse proposte per incentivare i giocatori ad una maggiore combattività. A chi gli chiedeva se fosse interessante l’idea di adottare nei Match Mondiali la novità proposta dal Norway Chess (Armageddon subito dopo una patta nella partita classica), il Campione del Mondo ha infatti risposto: “si potrebbe prolungare il Match a 16 o 18 partite classiche”.

Avvicinandosi l’eventualità degli spareggi di gioco rapido, ricordiamo i precedenti nel gioco veloce tra i due contendenti la Corona Mondiale. Nelle blitz Carlsen domina con 11 vittorie a 4 (2 patte) ma, sorprendentemente, dal 2014 in poi c’è molto più equilibrio: +5 =2 -4 per Magnus, che ha vinto le prime 6 blitz giocate a tavolino. Equilibrio assoluto invece nei (pochi) precedenti rapid +2 =1 -2 (2 vittorie per il bianco, 2 per il nero). Da segnalare, infine, che Carlsen dal 2007 non ha mai perso uno dei nove spareggi di gioco veloce giocati!

Tarjei J. Svensen su Twitter
Carlsen’s 9 out of 9 playoff wins since 2007
2018: 1,5-0,5 vs Giri
2017: 1,5-0,5 vs MVL
2016: 3-1 vs Karjakin
2015: 2-0 vs Yu
2015: 1,5-0,5 vs MVL
2015: 3-2 vs Naiditsch
2012: 2-0 vs Caruana
2011: 1,5-0,5 vs Ivanchuk
2007: 3-2 vs Onischuk

Questo articolo è dedicato ai turni dal decimo in poi. Per i 1401 commenti ai turni precedenti:

Clicca QUI per l’articolo con i 355 commenti alla settima, ottava e nona partita.
Clicca QUI per l’articolo con i 304 commenti alla quinta e sesta partita.
Clicca QUI per l’articolo con i 307 commenti alla seconda, terza e quarta partita.
Clicca QUI per l’articolo con i 329 commenti alla prima partita e sulla vigilia del Match.
Clicca QUI per l’articolo con i 106 commenti al percorso di avvicinamento al Mondiale.

Brevissime partite 10-11

Mentre Carlsen pensava di essere vicino al dare matto, Caruana macinava varianti senza aver mai preso in seria considerazione questa possibilità. Questo in estrema sintesi l’umore con cui i protagonisti hanno vissuto la decima partita, forse la più tesa ed emozionante di questo Match, terminata con una divisione della posta da applausi! Difficile rispondere alla domanda su chi abbia vinto la sfida in apertura (una siciliana variante Sveshnikov nella quale era il bianco con 12.b4 a deviare dall’ottava partita), sviluppatasi con un’iniziativa del bianco sul lato di Donna mentre il nero preparava un attacco sul lato di Re. La migliore risposta l’ha forse data in diretta il GM Boros: preferisco la posizione del bianchi, ma qualsiasi giocatore della King’s indian vi dirà che preferisce dare matto! Entrati nel medio gioco, agli umani il pallino della partita è sembrato solo nelle mani di Carlsen ma, nel prime dichiarazioni rilasciate, Caruana ha affermato di aver avuto anche un certo vantaggio fino all’errore 24.g3, mentre Carlsen ha ammesso di aver sovrastimato le sue possibilità. Sta di fatto che dopo 24.g3, in una posizione complicata che il Super Motore valutava con un salomonico 0.00, Campione del Mondo e Sfidante giocavano una serie di mosse che non modificavano di una virgola le valutazioni del mostro al silicio, anche mentre si attraversava una posizione in cui sembrava che il bianco rischiasse di prendere matto! Alla fine la tensione scemava dopo una serie di semplificazioni giocate con una precisione mostruosa da parte di entrambi e, superato il controllo della quarantesima mossa, si materializzava un finale di quattro Torri e pedoni pari che richiedeva ancora una serie di mosse accurate (per esempio 45.Tb5!). Solo una piccola, ma innocua, imprecisione di Carlsen trasformava la partita in un finale di due torri e tre pedoni a due (tutti sul lato di Re) in cui il vantaggio materiale era puramente simbolico per cui Fabiano nemmeno provava a testare Magnus, porgendo invece l’offerta di patta alla mossa numero 54.

Mondiale_2018_partita_10_posizione_26_f3

la posizione dopo 26..f3. Screenshot da chess24.com

Il giorno di riposo e l’avvicinarsi al temine delle “classiche” deve aver reso più prudenti i contendenti che hanno giocato l’incontro più scialbo del Match. L’undicesima partita è iniziata con una variante della Difesa Russa (arrocchi eterogenei, con Cd7 e Cf6) che era stata involontariamente svelata da un video del Saint Louis Chess Club come facente parte del repertorio preparato da Caruana. Nonostante si aspettasse questa linea, il Campione del Mondo non è però riuscito a creare problemi allo Sfidante che, dopo un precoce cambio delle Donne, doveva trovare (o aver preparato) solo l’efficace 16..Cg4!. Dopo una serie di semplificazioni la partita è poi entrata (in sole 25 mosse) in un finale di Alfieri contrari. Le trenta mosse successive sono infine servite solo a dimostrare l’inutilità del pedone in più del bianco.

Karjakin prova a movimentare il Match giocando la mossa "cerimoniale" 1.b4, ma Carlsen preferisce 1.e4. Foto Maria Emelianova @photochess che ha invitato il nuovo Presidente della Fide Arkady Dvorkovich a giocare 1.g4 in occasione della dodicesima partita

Karjakin prova a movimentare il Match giocando la mossa “cerimoniale” 1.b4, ma Carlsen preferisce 1.e4. Foto Maria Emelianova @photochess che ha invitato il nuovo Presidente della Fide Arkady Dvorkovich a giocare 1.g4 in occasione della dodicesima partita

Ascolti Scacchierando

La presenza di Caruana nel Mondiale 2018 ha scatenato l’interesse degli appassionati italiani. Dopo undici partite il Mondiale 2018 ha infatti abbondantemente superato tutto il Mondiale 2016 (12 partite e spareggi) sia per commenti (1703 a 781) che per pagine aperte (95.280 a 75.421) considerando solo gli articoli dedicati all’evento. Per quanto riguardo le punte di ascolto, da segnalare gli oltre 200 utenti collegati contemporaneamente durante la decima partita.

Screenshot partita 10

Utenti collegati contemporaneamente durante la decima partita

Dirette in italiano

Dalle 21:30 in poi il canale You Tube Unichess trasmette un commento a caldo sulla partita a cura di (a rotazione) GM Danyyil Dvirnyy, GM Roberto Mogranzini, MI Alessio Valsecchi, MI Fabrizio Bellia, MF Maurizio Caposciutti, MF Raffaele Di Paolo, M Augusto Caruso e con lo YouTuber Romualdo Vitale.

Mondiale_2018_UNichess

Per quanto riguarda gli appuntamenti dal vivo, segnaliamo gli incontri a Milano presso la Palazzina Appiani alla Arena. Il primo si è tenuto in occasione della quarta partita ed è intervenuta la vice-console di Norvegia, dr.sa Barbara Rossi, che ha raccontato che i genitori di Magnus Carlsen avrebbero voluto che il ragazzo diventasse un campione di sci, ma poi lo hanno assecondato nella sua passione per gli scacchi. In occasione dell’ottava partita c’è stato il secondo appuntamento nel quale sono intervenuti i fratelli milanesi Bianca e Brando Pavesi, reduci dai Mondiali U8F e U12, che hanno commentato insieme ai presenti. Prossimo incontro giovedì 22 novembre, dalle 16 alle 20, per la ‘diretta’ della decima partita del mondiale.

Fratelli_Pavesi_Brando_Bianca_Milano_2018

I fratelli Bianca e Brando Pavesi analizzano il finale dell’ottava partita. Foto Ufficio Stampa FSI

Regolamento

Il Match è giocato sulle 12 partite, il primo che raggiunge i 6,5 punti è Campione del Mondo. In questa fase le partite sono giocate a cadenza classica: 100′ per le prime 40 mosse, 50′ per le successive 20 e quindi 15′ per terminare, sempre con incremento di 30″ a mossa. E’ vietata la patta d’accordo prima della 30ª mossa. A metà match i colori verranno invertiti per cui chi inizia con il nero avrà il bianco nella 6ª e 7ª partita. Nel caso di parità dopo la fase a cadenza classica, il tie-break è costituito da quattro Rapid con cadenza 25’+10″; in caso di ulteriore parità sono previste due Blitz a cadenza 5’+3″ che se danno luogo ancora a un pareggio portano alla disputa di altre due Blitz e così via fino ad un massimo di cinque mini-match. Alla fine di questa “maratona” a gioco veloce (tutta concentrata eventualmente nella giornata del 28 novembre), è previsto il solito “Armageddon”: il giocatore con i Bianchi dispone di 5 minuti sull’orologio, chi guida i Neri invece gode di soli 4 minuti, per entrambi senza incremento fino alla 60esima mossa, poi tre secondi vengono aggiunti per ogni mossa effettuata; in caso di patta, la partita viene aggiudicata al Nero che diviene quindi Campione del Mondo. Montepremi pari a un milione di Euro: il vincitore intasca il 60% se si impone entro la fase classica, altrimenti il 55%.

Calendario

header

calendario

Sito ufficiale

329 Commenti a “Campionato del Mondo 2018”

    • Megalovic
      22 novembre 2018 - 14:19

      Credo che fondamentalmente Caruana si sia ritrovato meno volte in zeitnot perché si è trovato più spesso del solito in preparazione, anche molto “profonda”. Del resto un Mondiale lo prepari meglio di un Torneo. Probabilmente l’ignoto lo infastidisce proprio perché non è un giocatore istintivo.

      Sulla minore sicurezza di Carlsen. Non se sia vera, se dipenda da un suo calo o dal gioco di Caruana, o se sia solo una sensazione che molti hanno. In ogni caso, potrebbe avere il suo peso quanto sostenuto dal GM Jonathan Rowson (autore de “I sette peccati capitali degli scacchi”):
      “è la totale mancanza di instabilità emotiva di Caruana a renderlo una minaccia per Carlsen. Fabiano non teme i poteri magici di Magnus, solo le sue mosse migliori. Non si agita. Non vede i fantasmi. Il finale di oggi (nona partita) è un esempio emblematico: Magnus non può far apparire per incanto una vittoria da una patta”.

      Jonathan Rowson
      ‏@Jonathan_Rowson
      18 h18 ore fa
      Caruana’s complete lack of neuroticism is what makes him a threat to Carlsen. He doesn’t fear Magnus’s magic powers, only his best moves.
      He doesn’t fret. He doesn’t see ghosts.
      Today’s endgame is a case in point: Magnus cannot conjure victory from a draw.
      #Carlsencaruana2018

      Va detto che più si avvicina la possibile conclusione del Match, più la tensione potrebbe salire per entrambi. Vedremo chi saprà gestirla meglio. Essere tre volte vincitore di un Match Mondiale credo aiuti.

  1. Edo
    22 novembre 2018 - 15:52

    Scusa SCACCHI, ma non credo che “sulle canoniche due ore” le tue partite stiano “incominciando a soffrire di ripetivismo”. Le mie per certo no.

    Diciamo che c’è una elevata probabilità di patta nelle sfide tra due giocatori di fascia 2800-2900 che stanno competendo per il mondiale, oltre tutto con un regolamento che di fatto favorisce le patte: Carlsen è incentivato a non rischiare perché poi c’è lo spareggio rapid che lo vede favorito, Caruana è incentivato a non rischiare troppo perché se ne perde una poi non c’è più spazio per recuperare (match di sole 12 partite).
    Diciamolo e però fermiamoci lì.

    Dici che manca brio nei tornei?
    Non te lo ricordi il torneo dei candidati del marzo scorso, dove ogni giorno succedeva praticamente di tutto e le poche partite che finivano patte spesso erano autentiche battaglie?
    Quelli erano i migliori giocatori del mondo, da Caruana a Karjakin, da Məmədyarov a Ding Liren, da Aronian a Kramnik, tutta gente fortissima che in teoria dovrebbe pattare sempre (in teoria..). E non eravamo nel 1850, eravamo nel marzo 2018.

    Proponi di giocare con meno tempo?
    Già accade, ci sono un sacco di tornei rapid. Ma è un altro sport.
    E comunque, lo ribadisco, il problema riguarda i match tra giocatori di fascia 2800-2900 che hanno poco interesse a rischiare.
    Se le troppe patte (sia pure di livello stellare) sono un problema, mi pare più semplice cambiare la formula che cambiare sport.

  2. Megalovic
    22 novembre 2018 - 16:01

    Ancora siciliana Sveshnikov! Vedremo chi devierà per primo.

    • Megalovic
      22 novembre 2018 - 16:05

      E, forse a sorpresa, è Caruana a deviare per primo dall’ottava partita con 12.b4 al posto di Ad2. Forse Fabiano non voleva vedere, su Ae2, un’altra mossa al posto di f4.

    • Megalovic
      22 novembre 2018 - 16:51

      Il motore su 17..f4 suggeriva fondamentalmente solo una mossa (Ab6) ma Caruana, che sinora aveva mosso praticamente con il solo incremento, la gioca dopo 8′. Dopo 18.Ab6 la partita può diventare davvero tagliente se il bianco risponde con 18..De8!

      In caso di 18…Cxb6, invece, dopo Cxb6 Ta7 il nero gioca Ag5 e, dopo il cambio forzato degli alfieri, ha un leggero ma stabile vantaggio per la superiorità del Cavallo sull’Alfiere camposcuro del nero.

  3. Megalovic
    22 novembre 2018 - 17:05

    Carlsen (in preparazione? Secondo Giri è possibile) opta per 18..De8!

    Adesso Caruana per quale, delle linee (della preparazione?) si deciderà?

    Ci sono un paio di linee più taglienti (partendo da Te1 o Ac7) e la più “tranquilla” Ah5 (che forza g6 e quindi rende più difficile il trasferimento dei pezzi pesanti del nero sul lato di Re). Il motore le valuta più o meno alla pari.

    Secondo Giri, Caruana adesso è, invece, fuori dalla preparazione. In ogni caso, al momento hanno circa 75′ a testa

  4. Megalovic
    22 novembre 2018 - 17:18

    Divagando per un attimo dalla partita (Caruana probabilmente conferma di essere fuori preparazione con 19.Ta3*, portando probabilmente fuori preparazione anche Carlsen.) e visto che si discuteva dei tempi di riflessione e dei formati del mondiale.

    Grischuk tifa per 12 patte così, forse, questo sarà l’ultimo match mondiale a cadenza classica.

    * Secondo Grischuk questa è una mossa che “piace” a Caruana in questo genere di posizioni, visto che l’ha giocata anche contro di lui. Con l’intento di contrastare la potenziale attività sul lato di Re del nero dalla terza traversa

  5. Megalovic
    22 novembre 2018 - 17:25

    Vedendo le varie varianti di Sesse, mi sembra che dopo 19..Dg6 giocata da Carlsen sia il bianco ad avere il gioco più facile, e il bianco a doversi difendere da possibili attacchi al Re davvero insidiosi.

    Un paio di mosse fa il GM Boros aveva scritto su twitter:
    Preferisco il bianco, ma qualsiasi giocatore della King’s Indian ti direbbe che preferisce dare matto.

  6. Megalovic
    22 novembre 2018 - 17:37

    In caso di vittoria odierna, questo sarebbe un grande successo di Carlsen su Caruana e sulle preparazioni con i motori (!), che tendono guarda caso a sottostimare le possibilità del nero sia nella Sveshnikov che nell’indiana!

  7. Megalovic
    22 novembre 2018 - 17:51

    Se le daranno di santa ragione, come si suol dire, e probabilmente con le ultime mosse in zeitnot reciproco. Dopo 20.Ac7 in questo momento
    Caruana 61′ Carlsen 49′

  8. Megalovic
    22 novembre 2018 - 17:55

    Carlsen gioca ancora una volta la migliore (sempre per i motori): 20…e4! dopo 16′ di riflessione. Adesso l’unica che tiene il bianco più o meno in parità (sempre per i motori) è Rh1, mossa comunque “naturale” in questo genere di posizioni.

  9. Megalovic
    22 novembre 2018 - 18:43

    Dopo 23..Dg5 Sesse consiglia di prendere il pedone con 24.Axb5 , ma poi si difende dai possibili attacchi del nero non so in maniera quanto umana!

    Non mi sorprenderei se Caruana giocasse qualcosa come Tg1, seguita da f3 e, se e3, g3 per liberarsi da un bel po’ di minacce di attacco del nero.

    • Megalovic
      22 novembre 2018 - 18:49

      In questo momento, mentre Caruana sta pensando da 15′, dopo 23..Dg5

      Caruana 30′ Carlsen 25′

      A certe profondità di pensiero, in fin dei conti, 2 ore per 40 mosse sono poche 🙂

  10. Megalovic
    22 novembre 2018 - 18:55

    Caruana si decide subito per la diretta 24.g3, senza temere di poter prendere matto qualche mossa dopo l’eventuale f3 (mossa che naturalmente stanno valutando come prima candidata Grischuk, Giri e Svidler). I motori dicono che Caruana, eventualmente, a gioco corretto, non prende matto a causa di 24.g3 f3.

  11. Megalovic
    22 novembre 2018 - 19:10

    Su 25.Tb3 giocata da Caruana.
    J.Polgar (che suggeriva gxf4): per qualche ragione Caruana pensa di non prendere matto dopo f3.

    I motori al momento dicono 0.00, per il “solito” perpetuo che trovano i motori quando la partita si fa complicata, o per qualche finale di Torri con pedoni pari, che mi sembra quantomeno lontano 😀

  12. Megalovic
    22 novembre 2018 - 19:20

    Momento critico. Siamo entrati in una Rapid (15′ a testa + incremento per 14 mosse. Quindi 22′) e Caruana deve difendere una posizione davvero difficile. Adesso per esempio 27.Af1 è quasi unica (Sesse). Ma deve esserci qualcosa che non convince Fabiano che sta pensando da qualche minuto dopo 26..f3

  13. Megalovic
    22 novembre 2018 - 20:00

    Secondo me è ai limiti del disumano come, partendo da 24.g3, in una posizione a dir poco complicata i due siano riuscito a mantenere *costantemente* a “0.00” (senza una minima deviazione!) la valutazione del super motore Sesse! Per di più per alcune mosse con poco tempo sull’orologio! Onestamente non ricordo di aver mai visto una cosa del genere.

  14. Megalovic
    22 novembre 2018 - 21:45

    Una buona notizia per chi ama gli scacci “classici”. Carlsen in risposta ad una domanda su possibili riforme del Mondiale, con la possibilità di inserire l’Armageddon dopo ogni partita come nel Norway Chess: “credo sarebbe meglio se le partite classiche fossero 16 o 18”.

  15. Megalovic
    23 novembre 2018 - 01:04

    – Quote bookmakers –

    Come dopo ogni partita “pari”, un aggiornamento sulle quote del Mondiale questa volta prima della buona notte.

    Dopo 10 partite, la probabilità che il match vada agli spareggi rapid supera il 50%
    Carlsen 3,7
    Pareggio (6-6) 1,65
    Caruana 4,5

    Tradotto in percentuali di vittoria del match al netto della quota che si assicura la casa di gioco
    Carlsen 24,6% (49,2% dopo due partite, 47,8% dopo quattro, 43% dopo sei, 33,6% dopo otto)
    Pareggio (6-6) 55,2% (22,8% 28% 32,9% 40,4%)
    Caruana 20,2% (28% 24,2% 24,1% 26%)

    Il vantaggio di Carlsen nel caso di vittoria del Match dopo le sole partite classiche, rimasto abbastanza costante fino alla sesta partita, si riduce ulteriormente scendendo sotto il 10%.
    Carlsen 54,9 (63,7% 66,4% 64,1 56,4%)
    Caruana 45,1 (36,3% 33,6% 35,9 43,6%)

    Avvicinandosi gli spareggi, risalgono però le possibilità di vittoria del Match da parte di Carlsen, che a dire il vero non sono mai variante significativamente nel corso del match (min 62,5 max 68,2)
    Carlsen 1,40
    Caruana 3
    Tradotto in percentuali di vittoria del match
    Carlsen 68,1 (62,5% 67,4% 68,2% 65%)
    Caruana 31,9 (37,5% 32,6% 31,8% 35%)

    Questo significa che la percentuale di vittoria degli spareggi da parte Carlsen resta nel “range Grischuk” (75-80).
    Percentuale di vittoria dell’eventuale spareggio
    Carlsen 78,8% (58,3% 70% 76,6% 77,7%)
    Caruana 21,2% (41,7% 30% 23,4% 22,3%)

    Per ultimo le quote sulla prima mossa, che interesserà in particolare i fantascacchiti
    1.e4 3
    1.d4 2.5
    1.tutte le altre mosse 2,75

  16. Megalovic
    23 novembre 2018 - 11:50

    Come punto di partenza di ogni discussione sul formato del Mondiale, prima delle considerazioni “più tecniche” io metterei il fatto che il Match è un formato che “funziona” più o meno da 130 anni, sia come seguito tra gli appassionati che come interesse, seppur minimo (tranne rare eccezioni) all’esterno del mondo scacchistico. Siamo sicuri che valga la pena cambiare il formato? Un torneo sarebbe altrettanto “attraente”?

    Sulle cadenze più veloci che sarebbero più spettacolari. Se lo fossero, allora mi aspetterei che i Mondiali Rapid e Blitz fossero seguiti molto più del Mondiale classico. Ed invece, anche con qualche dato alla mano, mi sembra che accada esattamente il contrario.

  17. Maelstrom
    24 novembre 2018 - 02:50

    Io ho una visione diversa. Innanzitutto ci sono 3 mondiali a tavolino: Rapid, blitz, e voi date per scontato classic. Ma in realtà si chiamano blitz rapid e world chess championship. Chi vince qua è campione del mondo in generale, per questo è più seguito degli altri due. Anche allungando il numero di partite classic (che allungherei) si potrebbe dire che in un match come questo si premierebbe chi ha più tenuta fisica, chi riesce a tenere la tensione per un mese, o due, o tre. Qualcuno anche qui potrebbe dire “sono forti uguali ma alla lunga tizio è più resiliente, non c’entra con il gioco”. Alla fine metterci le rapid come spareggio, se non vogliamo tenere il privilegio del campione, e poi le blitz come altro spareggio è un modo per dire: “ok a cadenza classica sono forti uguali, allora vediamo le rapid e se anche qui si equivalgono vediamo le blitz” . E chi vince è giusto sia il campione del mondo di scacchi (non classici, ma proprio di scacchi). Si prioritizzano solo le cadenze per decidere chi sia il più forte in un momento storico.

    • Maelstrom
      24 novembre 2018 - 15:22

      Quando ho detto più forte in quel momento storico intendevo proprio il momento del match, e basta, come in tutti gli sport. Per la continuità nel tempo c’è l’elo. In tutti gli sport individuali con rating uno può essere al top in uno e non nel resto. Ma anche se uno giocasse solo il campionato del mondo perdendo in tornei perché gioca solo gambetti evans per nascondere preparazione e scendendo al numero 150 del mondo, finche non viene detronizzato il campione del mondo è lui. (serena williams numero 20 al mondo che giocava solo, vincendo, gli slam, il ciclista che non finisce primo la classifica world tour perche fa solo, vincendo, il delfinato e il tour ecc). Con piu forte intendevo dei due. Ma sei campione del mondo fino all’essere detronizzato.

  18. Megalovic
    24 novembre 2018 - 16:07

    Carlsen “periodico”

    1.d4 primo e quarto bianco
    1.c4 secondo e quinto bianco
    1.e4 terzo e sesto bianco

  19. Megalovic
    24 novembre 2018 - 16:10

    La posizione dopo 10..c5 si era già vista nella Karjakin-Harikrishna 1-0 del Memorial Gashimov 2016. Karjakin (che tra l’altro sta commentando in diretta con la Polgar sul sito ufficaile) scelse The1, come Giri contro Motylev (1/2 nella World Cup 2016)

    • Megalovic
      24 novembre 2018 - 16:17

      No intendevo Karjakin e ho scritto Giri-Harikrishna per errore. Commento corretto.

      Nella partita Karjakin ottene subito un vantaggio praticamente decisivo cedendo Alfiere e Cavallo per Torre e 3 pedoni dopo un errore di Harikrishna, anche se poi ci vollero altre 40 mosse per concretizzarlo
      11.The1 Ae6 12.Ag5 h6 13.Axh6! QUI la partita

  20. Megalovic
    24 novembre 2018 - 16:29

    Carlsen non gioca Ag5 (Karjakin e Giri) ma, dopo 12′, opta per quella che sembra una novità 12.Rb1, a cui segue l’immediata risposta di Caruana 12…Da5

    Secondo Karjakin Ag5 era più combattiva mentre Rb1 porta all’immediato cambio delle Donne dopo c4

  21. Megalovic
    24 novembre 2018 - 16:56

    15. Ch4! è molto fastidiosa per la “minaccia” Cg6, e se il nero cattura il bianco si rifà sull’alfiere campochiaro del nero (che avrebbe anche lui la sua impedonatura) mantenendo la coppia degli Alfieri. Sesse reagirebbe con l’incisiva 15…Cg4 con varianti abbastanza complicate. L’alternativa è la più “normale” 15..Tfe8 (che comunque prevede Cg4 alla mossa successiva, perché l’il nero si rifà sull’Alfiere bianco dopo qualche mossa, e sulla scacchiera restano Torri e Alfieri contrari). Le altre mosse vengono considerate inferiori.

    15. Ch4 è fastidiosa anche perché Caruana aveva giocato h6 per impedire Cg5 che attacca l’Alfiere, e invece il bianco l’attacca lo stesso con Ch4

  22. Megalovic
    24 novembre 2018 - 17:03

    Vale la pena ricorda che stanno giocando la variante della Russa con il nero che opta per Cd7 e Cf6, che era tra le varianti svelate involontariamente da un video (poi rimosso) del Saint Louis Chess Club. Secondo Hammer, quella era l’unica notizia significativa che era trapelata.

    Jon Ludvig Hammer
    @gmjlh
    Following Stai seguendo @gmjlh
    Altro
    I think the biggest opening reveal from the Caruana video mishap is entry 21: “Petroff w.Nd7-f6 idea.” (Screenshot from @hartmannchess)Traduci il Tweet
    03:05 – 14 nov 2018

  23. Megalovic
    24 novembre 2018 - 17:23

    Carlsen forse punta a provarci nell’eventuale finale di soli Alfieri contrari perché può attaccare i pedoni sul lato di Donna con l’Alfiere, mentre il Re nero è lontano. Infatti, nelle analisi su chess24, Svidler Giri e Grischuk concordano che sia può “sicuro” non cambiare le torri, anche se poi ritengono sia patto anche il finale di soli Alfieri.

  24. Megalovic
    24 novembre 2018 - 17:27

    Caruana invece ritiene di non correre rischi con i soli Alfieri contrari e, anche se potrebbe perdere un pedone, cambia le Torri.
    Sembra che lo “schema” del nero possa essere perdere uno dei pedoni sul lato di Donna, ma nel frattempo mettere gli altri due (uniti) su case bianche e difenderli con l’Alfiere.

  25. Megalovic
    24 novembre 2018 - 17:45

    Comunque dopo 27.a3 Caruana sta pensando da 14′. Il finale non è così banale come sembra.

  26. Megalovic
    24 novembre 2018 - 17:50

    Caruana decide di dare il pedone c con 29…Rf8. Con le alternative possibili il motore mostra che Fabiano avrebbe perso forzatamente, dopo una decina di mosse, il pedone a per l’azione del Re bianco, azione che adesso, avendo attivato il Re nero, non è più possibile.

    L’idea difensiva è che quando, prima o poi, il bianco si farà il pedone passato c, con il Re nero in c6 non dovrebbe essere possibile fare miglioramenti con il bianco.

  27. Megalovic
    24 novembre 2018 - 21:58

    Quote bookmakers- Oggi non è una partita “pari” ma faccio uno strappo alla regola per evidenziare una “piccola” incongruenza nelle quote del Mondiale dopo l’11esima partita.

    Le quote della dodicesima partita sono
    3Way – result Game 12
    Caruana 5,5 (16,8%)
    Patta 1,3 (70,9%)
    Carlsen 7,5 (12,3%)

    Ma il risultato del Mondiale dopo 12 classiche è
    3way after 12 games
    Carlsen 5,5
    Pareggio 1,3
    Caruana 7,5

    Essendo gli eventi diventati di fatto un unico evento (punteggio sul 5,5-5,5, quindi chi vince la dodicesima e ultima classica vince il Match, se pattano il Match dopo le classiche finisce pari), le quote dovrebbero essere identiche! Evidentemente gli scommettitori pensano che ci sia un “qualcosa di magico” per cui Carlsen ha comunque (leggermente) più possibilità di vincere il Mondiale pre-spareggi nonostante sia (leggermente) sfavorito nell’ultima partita!

    Magari gli scommettitori quando vedono i diversi eventi pensano:
    Caruana ha il bianco e quindi è leggermente favorito nella dodicesima partita,
    si ma Carlsen è più forte e quindi è leggermente favorito per vincere il Mondiale dopo 12 classiche! 😀

    Oppure, più prosaicamente, non sanno che il match dura 12 partite classiche.

  28. Megalovic
    24 novembre 2018 - 22:56

    Divagando e preparandoci a parlare di “varie ed eventuali” durante il lungo giorno di riposo che precederà la dodicesima partita.

    Commento di Grischuk nei confronti del suo (nelle ultime Olimpiadi ex) compagno di nazionale Karjakin, che oggi ha eseguito la prima mossa della partita. “E’ estremamente umiliante per Karjakin, aspirante Campione del Mondo nel pieno della sua carriera, giocare oggi la prima mossa “cerimoniale”. Karjakin invece sembra essersi divertito eseguendo come prima mossa, su suggerimento di Anand, 1.b4 per provare a movimentare il Match.

    chess24.com ‏@chess24com
    Grischuk feels it’s “extremely humiliating” for Karjakin, an aspiring World Champion in the middle of his career, to make the ceremonial first move today
    #CarlsenCaruana

    Sergey Karjakin @SergeyKaryakin
    I tried to spice it up with 1.b4, but @MagnusCarlsen was boring today!😏😜😀
    Thanks @photochess for the photos and for idea!😜 And thanks to @vishy64theking who also suggested me 1.b4!😀

  29. Megalovic
    26 novembre 2018 - 12:17

    Le critiche sono sempre ammesse, le offese personali no. Per questo motivo alcuni commenti riguardanti la discussione in corso sull’undicesima partita sono stati cancellati dalla Redazione.

  30. Megalovic
    26 novembre 2018 - 12:43

    Nell’articolo che state citando (QUI) c’è anche un commento, successivo a quello del GM Mariotti, di un altro autore (Uberto D) che segnala la dichiarazione di Carlsen nel post partita, in cui afferma di essersi ispirato ad un finale di Alfieri contrari simile, vinto da Karpov contro Ljubojevic “che tutti conoscono”. Del Torneo internazionale di scacchi di Milano del 1975.

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Clicca per Registrati.