Scacchierando.it
Baku_Olimpiadi_2016_logo

Note a margine: turni 4-6 delle Olimpiadi

Immagini, posizioni e partite da Baku

Continuiamo la nostra rassegna con l’intento di fissare un po’ meglio nella memoria quello che di importante, di bello (e di brutto) sta succedendo a Baku.

4º Turno

Ovviamente la notizia del giorno è la sconfitta della Russia con l’Ucraina, non tanto perché sia una vera e propria sorpresa (l’Ucraina non la scopriamo certo oggi e ha la forza per battere chiunque) ma perché sembra profilarsi per l’ennesima volta la delusione in casa Russia: ci sono ancora sette turni, moltissimo ancora da giocare, ma intanto Filatov e Co. sono già lì ad inseguire…

Il successo di Volokitin su Grischuk è un capolavoro di intraprendenza:

Grischuk_oly2016_photo eteri kublashvili

Uno sconsolato Grischuk

Dopo che Nepomniachtchi aveva ridato speranze alla Russia, impallinando il Re di Korobov al centro (ma proprio centro) della scacchiera, era Tomashevsky a crollare rovinosamente sotto le bordate di Ponomariov. E Kramnik? Be’ col Nero contro Eljanov non è che potesse fare miracoli, pattando una partita non certo emozionante.

Emozionante invece lo è stato certamente il match Italia-Cina che sembrava essere a senso unico ed invece i Nostri hanno messo in difficoltà i Campioni Olimpici in carica, ottenendo due pareggi prestigiosi e sfiorando il terzo con un encomiabile Axel.

Non certo prevedibile l’entità del successo olandese su l’Inghilterra: 3,5 a 0,5! E anche la Mongolia che batte la Croazia non scherza in quanto a sorpresa. La Bulgaria si conferma in pessima forma: perde per 1 a 3 con la Georgia e stavolta anche Topalov deve ammainare bandiera bianca contro Jobava (41 Te1! elegante in una posizione comunque vinta).

Non è la giornata dei Campioni del Mondo! Carlsen pareggia piuttosto stancamente contro Smerdon, GM australiano con 2531 punti Elo; anzi, quest’ultimo invece di accontentarsi del perpetuo avrebbe potuto mirare a qualcosa di ancor più significativo con 21. Axh7+ (che a dire il vero è la prima cosa che viene in mente in una posizione come quella della partita). Nel Femminile la Hou Yifan perde del tutto inaspettatamente contro il Ministro dell’Economia lettone, la WGM Dana Reizniece-Ozola, 2243!

Carlsen_oly2016_photo Lana Afandiyeva

Uno “svogliato” Carlsen

David Llada ci concede altri piacevoli scatti, tra i tanti di questo validissimo fotografo abbiamo scelto il seguente:

Constanza Bernal Hurtado_oly2016_photo David Llada

Maria Emelianova invece ci regala questa splendida immagine di Daniela Movileanu:

Daniela Movileanu_oly2016_photo Maria Emelianova

5º Turno

Sembra l’edizione olimpica degli Ucraini, nonostante l’assenza di Ivanchuk: dopo la Russia anche la Cina viene superata, grazie alla vittoria di Kryvoruchko su Yu Yangyi.  Anche un’altra “corazzata” perde in questo turno: si tratta dell’Azerbaigian, seccamente sconfitto dall’India, seriamente intenzionata a migliorare il risultato di Tromsø, dove conquistò un’inaspettata medaglia di bronzo.

Vidit Santosh_oly2016_photo David Llada

Vidit Santosh

Gli Stati Uniti non perdono il ritmo e, nonostante qualche patema di Caruana contro Ivanisevic (vedi diagramma), vincono con un secco 3 a 1 contro la Serbia.

diagramma Ivanisevic-Caruana

Il Nero ha appena giocato 53… Tb7 e i motori danno immediatamente la mossa vincente per il Bianco: 54. e4! Naturalmente non si può prendere di Re per il doppio con Cd6, ma non si può prendere nemmeno di pedone per 55 f5! La meno peggio è 54… Re6 ma dopo 55. exf5+ gxf5 56. g6 il Nero può abbandonare.

Nakamura miniaturizza Markus:

Disfatta Spagna contro la Georgia: 0,5 a 3,5!  con Jobava che batte Vallejo al termine di una partita che considerati i protagonisti non poteva che essere complicatissima:

C’è da dire che la chiusura rovinosa di Vallejo è stata determinata anche dallo zeitnot.

La Russia vince (ma non stravince) con l’Egitto e i Russi ritrovano il sorriso:

Filatov e Kramnik_oly2016_photo Eteri Kublashvili

Nel Femminile vincono Russia e Ucraina, ancora appaiate a punteggio pieno. L’Italia perde dignitosamente con la Cina, con Marina Brunello che pareggia con Ju Wenjun, 2583, e Desiree Di Benedetto che fa altrettanto con Guo Qi, 2417.

Marina Brunello_oly2016_photo Maria Emelianova

Marina Brunello

6º Turno

Tra i protagonisti del sesto turno senz’altro da annoverare Ian Nepomniachtchi, unico giocatore ancora a punteggio pieno, 6 su 6!

Ian Nepomniachtchi_oly2016_photo Eteri Kublashvili

Ian “faccia da schiaffi” Nepomniachtchi

Ma non da meno, per noi Italiani, è la prestazione di Luca Moroni: dopo la vittoria col finlandese Sipila, vanta un 5 su 6 e performance di 2696! Bravissimi finora tutti gli Alfieri Azzurri.

Luca Moroni_oly2016

Luca Moroni

Torniamo alle squadre. Nel sesto turno i risultati cominciano a pesare come macigni: l’India si invola battendo anche l’Olanda e rimanendo l’unica squadra a punteggio pieno. Decisivo Adhiban che batte col Nero L’Ami, con svistaccia di quest’ultimo quando l’avversario era in zeitnot!

NED-IND

Il momento dell’abbandono di L’Ami contro Adhiban

Gli Stati Uniti continuano la loro marcia, superando il difficile ostacolo costituito dall’Ucraina; in questo caso decisivo è Caruana, autore di una pregevolissima partita contro Eljanov:

La Russia batte agevolmente la Germania per 3 a 1, Kramnik e Nepo a segno. La Cina rischia con l’Argentina: un evento la sconfitta di Wang Yue contro Sandro Mareco, anche lui in splendida forma; ci pensano poi Ding Liren e Li Chao a dare la vittoria di squadra alla Cina.

Wang Yue_oly2016_photo Eteri Kublashvili

Wang Yue non crede ai propri occhi…

Magnus, sempre in formato “Minus”, pareggia con Sadorra, 2560, e la Norvegia è costretta al pareggio dalle Filippine, sulla carta inferiori su tutte le scacchiere.

Nel Femminile la “Nepomniachtchi in gonnella” è la polacca Klaudia Kulon, 6 su 6!

Lo scontro al vertice tra Russia e Ucraina si conclude con una vittoria individuale per parte (Anna Muzychuk su Kosteniuk e Girya su Ushenina) e un pareggio di squadra. La Cina viene ancora rallentata da un pareggio con la Romania: non schierata Hou Yifan, è Ju Wenjun a perdere con Corina-Isabela Peptan, 2395; Guo Qi riequilibra l’incontro. Italiane ancora positive: battono la Norvegia.

Wadima Humaid Al Kalbani_oly2016_photo David Llada

Alla prossima!

Un commento a “Note a margine: turni 4-6 delle Olimpiadi”

  1. MrChessProjects
    9 settembre 2016 - 12:46

    In arrivo una decina di foto realizzate ieri. Primo giorno sempre un po’ difficile, oggi proviamo con più calma a fare meglio e a includere anche gli amici di San Marino.

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Clicca per Registrati.