Scacchierando.it
Olimiati_outsiders_2018

Olimpiadi 2018: le outsiders

Ucraina, Francia, Armenia, Inghilterra, Israele, Polonia, Ungheria e Olanda puntano al podio

Le cinque Nazioni “over 2700” (USA, Russia, Cina, Azerbaijan e India) verranno presentate nell’articolo dedicato alle favorite per la vittoria delle Olimpiadi 2018. In questo articolo daremo invece una breve occhiata alle squadre che potrebbero inserirsi nella lotta per il Podio: Ucraina, Francia, Armenia, Inghilterra, Israele, Polonia, Ungheria e Olanda. Le formazioni sono presentate con l’Elo medio dei primi quattro giocatori. I giocatori sono ordinati in base alla classifica nel ranking nazionale.

Ucraina 2698

Bandiera_Ucraina

L’ascesa dell’India l’ha relegata fuori dalla Top-5 di partenza, ma è difficile tenere i vice Campioni Olimpici in carica (superati solo per spareggio tecnico dagli USA) fuori dall’elenco delle favorite. Rispetto al 2016, l’Ucraina torna a presentare Ivanchuk che prende il posto di Volokitin.

# Name Rating B-Year
 1  Ivanchuk, Vassily  2710  1969
 2  Eljanov, Pavel  2703  1983
 3  Kryvoruchko, Yuriy  2695  1986
 4  Korobov, Anton  2685  1985
 5  Ponomariov, Ruslan  2681  1983
Ivanchuk torna a difendere la prima scacchiera dell'Ucraina

Ivanchuk torna a difendere la prima scacchiera dell’Ucraina

Francia 2688

bandiera_Francia

Come l’Ucraina, anche la Francia schiera i primi 5 delle classifiche nazionali ma per i transalpini il primo podio della loro storia sembra ancora una chimera (miglior piazzamento di sempre un 7° posto).

# Name Rating B-Year
 1  Vachier-Lagrave, Maxime  2780  1990
 2  Bacrot, Etienne  2678  1983
 3  Fressinet, Laurent  2649  1981
 4  Edouard, Romain  2646  1990
 5  Bauer, Christian  2629  1977

 

la Francia confida molto in Vachier-Lagrave, recentemente salito al secondo posto delle classifiche mondiali

Il risultato della Francia non potrà prescindere dalla prestazione di Vachier-Lagrave

Armenia 2688

bandoera_Armenia

Assenti nelle Olimpiadi di Baku per le note questioni politiche, i Campioni olimpici 2006, 2008 e 2012 si presentano a Batumi con Aronian. L’Armenia è una nazione che ha sempre saputo fornire prestazioni al di sopra delle aspettative ma quest’anno le incognite sono tante, con gli esordienti Melkumyan, Hovhannisyan e Martirosyan che sostituiscono i veterani Akopian e Movsesian.

# Name Title Fed Rating G B-Year
 1  Aronian, Levon  g  ARM  2780  9  1982
 2  Sargissian, Gabriel  g  ARM  2691  9  1983
 3  Melkumyan, Hrant  g  ARM  2660  0  1989
 6  Hovhannisyan, Robert  g  ARM  2621  9  1991
 10  Martirosyan, Haik M.  g  ARM  2597  0  2000
Aronian

Aronian, indiscusso leader dell’Armenia

Inghilterra 2688

bandiera_inghilterra

Dopo 17 Olimpiadi l’Inghilterra si presenterà senza Nigel Short, in altre faccende affaccendato. Lo sostituirà un giocatore di secondo piano, Nicholas Pert. Gli inglesi non salgono sul podio da 28 anni (Novi Sad 1990) e difficilmente ci riusciranno questa volta.

# Name Title Fed Rating G B-Year
 1  Adams, Michael  g  ENG  2712  9  1971
 3  Howell, David W L  g  ENG  2689  9  1990
 4  Jones, Gawain C B  g  ENG  2677  15  1987
 5  McShane, Luke J  g  ENG  2672  9  1984
 9  Pert, Nicholas  g  ENG  2549  9  1981
Adams, l'uyltimo supersttio del podio di Noiv Sad

Adams, alla sua 15ª olimpiade, l’ultimo superstite del podio di Novi Sad 1992

Israele 2676

israele_Bandiera

Nazionale che, come il suo leader Gelfand, è poco appariscente ma quasi mai fallisce l’appuntamento con la Top-10 delle Olimpiadi, con puntate anche sul podio (bronzo nel 2010 e argento nel 2008).

# Name Rating B-Year
 1  Gelfand, Boris  2703  1968
 2  Nabaty, Tamir  2692  1991
 3  Rodshtein, Maxim  2674  1989
 4  Sutovsky, Emil  2633  1977
 8  Smirin, Ilia  2594  1968
Borius Gelfand, l'unico 50enne al mondo over 2700

Boris Gelfand, l’unico 50enne al mondo over 2700

Polonia 2673

bandiera_polonia

Formazione giovane (età media 26 anni), la Polonia si è arricchita di un altro Super GM oltre a Wojtaszek, Jan-Krzysztof Duda, ma perde Swiercz. Anche quest’anno l’obiettivo è centrare la Top-10, operazione riuscita a Baku con un 7° posto.

# Name Title Fed Rating G B-Year
 1  Duda, Jan-Krzysztof  g  POL  2739  7  1998
 2  Wojtaszek, Radoslaw  g  POL  2727  0  1987
 5  Tomczak, Jacek  g  POL  2614  9  1990
 6  Piorun, Kacper  g  POL  2612  0  1991
 15  Dragun, Kamil  g  POL  2568  31  1995

 

Jan-Krzysztof Duda, per lui una performance di 2727 a Tromso 2014

Jan-Krzysztof Duda, diventato numero uno polacco!

Ungheria 2673

bandiera_Ungheria

Orfana di Rapport, che sembra non abbia raggiunto un accordo economico con la sua Federazione, l’Ungheria proverà comunque a far meglio del 15° posto del 2016 anche grazie al ritorno di Peter Leko che diede il suo contributo al sorprendente argento di Tromso 2014.

# Name Rating B-Year
 2  Almasi, Zoltan  2702  1976
 3  Leko, Peter  2690  1979
 4  Berkes, Ferenc  2678  1985
 7  Gledura, Benjamin  2621  1999
 9  Erdos, Viktor  2609  1987
Leko ultimamente si concentra più sul suo nuovo ruolo di allenatore, piuttosto che di giocatore.

Leko ultimamente si concentra più sul suo nuovo ruolo di allenatore, piuttosto che di giocatore.

Olanda 2671

bandiera_Olanda

L’Olanda guidata da Anish Giri viene dal disastro di Baku, quando si piazzò addirittura al 36° posto. Il numero due olandese Van Kampen viene sostituto da Van Foreest che ha deluso le aspettative di chi pensava sarebbe cresciuto più velocemente. Torna in squadra  Tiviakov.

# Name Rating B-Year
 1  Giri, Anish  2780  1994
 3  Van Wely, Loek  2642  1972
 4  L’Ami, Erwin  2639  1985
 6  Van Foreest, Jorden  2624  1999
 7  Tiviakov, Sergei  2604  1973

Anish Giri, "crollato" a quota 2755 dopo aver sfiorato quota 2800

 Anish Giri

Altri over 2700

Sono solo tre i Super GM inseriti in nazionali che non nutrono concrete speranze di salire sul podio, Navara (Rep.Ceca), Cheparinov (passato alla Georgia) e Le Quang Liem (Vietnam). Ciò non toglie che squadre come Georgia (2637), Repubblica Ceca (2633) e la pur priva di Super-GM Germania (2628) possano, nel singolo match, fare dare filo da torcere a squadre più quotate.

Le quote per la vittoria delle outsiders

Agli amanti delle quote segnaliamo quelle per la vittoria finale delle outsiders secondo una casa di gioco, quote lontane da quelle delle favorite tutte bancate sotto il 10 a 1.

Nazione Vincente
Ucraina 17
Armenia 21
Francia 26
Olanda 67
Polonia 67
Inghilterra 81
Israele 101
Ungheria 101

Sito ufficiale

Le squadre su chessresults

Una breve storia delle Olimpiadi

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Clicca per Registrati.