Scacchierando.it
surfing-on-the-net-01

Surfing on the Net – Luglio

Aggiornato Protocollo FSI Covid-19, La Sapienza Roma Campione Universitaria, TCEC Stockfish batte LCZero

Aggiornato il Protocollo di indirizzo per il contrasto e contenimento dei rischi da contagio del virus Covid-19 della Federazione Scacchistica Italiana, secondo le indicazioni del DPCM 14 luglio 2020.

Significativa la modifica sull’utilizzo della visiera (in precedenza obbligatorio se non in presenza di divisori antifiato) che aveva sollevato diverse polemiche tra giocatori ed organizzatori: “non si rende necessario, ma è comunque consigliato, l’uso della visiera, occhiali protettivi o del divisorio nel caso in cui i tavoli abbiano profondità di almeno 1,60 m.”.

Per quanto riguarda i guanti monouso, la cui obbligatorietà era stata accolta con scetticismo dall’ambiente scacchistico, adesso se ne fa cenno solo perché “i formulari dovranno essere collocati accanto alle postazioni di gioco molto prima della partita da personale munito di guanti monouso“.

Il protocollo (File PDF)

surfing-on-the-net-mini
[Megalovic– 29/07]

Si disputa dal 12 giugno con cadenza settimanale il Campionato Italiano Universitario 2020, torneo organizzato per iniziativa di Andrea Marletta dell’Università Bicocca di Milano e riservato a studenti, alumni, personale docente e personale tecnico-amministrativo. Piattaforma di gioco chess.com.

I favoriti della Sapienza di Roma hanno vinto con un turno di anticipo. I neo Campioni hanno potuto  schierare il Maestro Internazionale Miragha Aghayev (Capitano, nick miragha_yev), il Maestro Fide Valerio Carnicelli, la WGM Ulviyya Fataliyeva (nazionale azera, ulkaf961), il CM Emanuele Baiocchi (Lele98) e diverse 1N tra cui Sofia Bizzarro.

L’Università dell’Aquila, capitanata dal CM Luca Rotolante (ingmec99), schiera il MF Lorenzo Pescatore (Lorelsha97) mentre Udine ha in rosa il Maestro Giovanni Sorbera (GioGoal). Tre i Maestri a disposizione di Catania: Riccardo Marzaduri (rikyshi), Gaetano Grassi (TygerM4sterTad) e Gaetano Signorelli (Re_dei_Matti).

Regolamento Otto le Università partecipanti che si affrontano in un torneo svizzero di sei turni.  I match si disputano su sei scacchiere con partite Rapid (10’+5″) di andata e ritorno. Devono essere schierati almeno quattro studenti. La classifica finale terrà conto dei punti-squadra. In caso di parità si useranno nell’ordine i seguenti criteri di spareggio: scontro diretto, Bucholz e differenza punti.

Classifica Finale dopo sei turni

Subscribe & Hide Ads

Rango Partecipante Match W-L-T Punti TB Buchholz Pts Diff
1 Sapienza Università di Roma 6 – 0 – 0 6.0 0 10.0 38
2 ChessUniversity of L’Aquila UNIVAQ 5 – 1 – 0 5.0 0 11.5 9
3 Università Milano-Bicocca 4 – 2 – 0 4.0 0 11.5 10
4 Cus Udine 3 – 3 – 0 3.0 0 10.0 9
5 Unisa scacchi 2 – 3 – 1 2.5 0 11.5 -3
6 Cus Catania Etna Scacchi 2 – 4 – 0 2.0 0 14.5 -2
7 University G.D’annunzio Chieti-Pescara 1 – 4 – 1 1.5 0 11.5 -31
8 Università di Bologna 0 – 6 – 0 0.0 0 14.5 -30

Sito ufficiale, Turni, Risultati e Classifica

surfing-on-the-net-mini
[Megalovic– 01/07]

Nella Super Finale della 18ª edizione del TCEC, torneo per computer, tra l’onnipresente Stockfish (alla 14ª Finale su 17 edizioni) e LCZero, motore basato sulle tecniche di apprendimento automatico, il motore norvegese si riprende il titolo e diventa Campione per l’ottava volta!

Il match  (100 partite con cadenza 90’+10″) ha dato il suo esito dopo 94 partite: 50,5-43,5. Da regolamento, la sfida è proseguito anche a risultato acquisito e il risultato finale è stato di 53,5-46,5 con 39 risultati decisivi (23-16) di cui 36 a favore del bianco, che ha ottenuto il 66,5% dei punti!

tcec_banner

Albo d’oro

Stagione  Date  Vincitore  Secondo
Stagione  1  Dicembre 2010-Febbraio 2011 Houdini 1.5a Rybka 4.0
Stagione  2  Febbraio 2011-Aprile 2011 Houdini 1.5a Rybka 4.1
Stagione  3  Aprile 2011-Maggio 2011 non completata
Stagione  4  Gennaio 2013-Maggio 2013 Houdini 3 Stockfish 250413
Stagione  5  Agosto 2013-Dicembre 2013 Komodo 1142 Stockfish 191113
Stagione  6  Febbraio 2014-Maggio 2014 Stockfish 170514 Komodo 7x
Stagione  7  Settembre 2014-Dicembre 2014 Komodo 1333 Stockfish 141214
Stagione  8  Agosto 2015-Novembre 2015 Komodo 9.3x Stockfish 021115
Stagione  9  Maggio 2016-Dicembre 2016 Stockfish 8 Houdini 5
Stagione 10  Ottobre 2017-Dicembre 2017 Houdini 6.03 Komodo 1970.00
Stagione 11  Febbraio 2018-Aprile 2018 Stockfish 260318 Houdini 6.03
Stagione 12  Maggio 2018-Luglio 2018 Stockfish 180614 Komodo 12.1.1
Stagione 13  Agosto 2018-Novembre 2018 Stockfish 18102108 Komodo 2155.00
Stagione 14  Novembre 2018-Febbraio 2019 Stockfish 190203 LCZero v20.2-32930
Stagione 15  Marzo 2019-Maggio 2019 LCZero v0.21.1 Stockfish 19050918
Stagione 16  Luglio 2019-Ottobre 2019 Stockfish 19092522 AllieStein v0.5
Stagione 17  Gennaio-Aprile-2020 LCZero v0.24 Stockfish 20200407 
Stagione 18  Maggio-Luglio 2020 Stockfish 20200617 LCZero v0.25.1

Medagliere

Motore Vittorie Finali
Stockfish 8 14
Houdini 4 6
Komodo 3 7
LCZero 2 4
Rybka 0 2
AllieStein 0 1

Sito ufficiale e partite in diretta

surfing-on-the-net-mini
[Megalovic– 01/07]

La Federazione Scacchistica Italiana ha pubblicato il protocollo per la ripresa dell’attività agonistica, a porte chiuse, in relazione all’emergenza COVID-19. Oltre al rispetto delle norme generali di contenimento del contagio (guanti, mascherina, divieto di ingresso per persone con temperatura sopra i 37,5 gradi ecc), segnaliamo questi punti:

  1. i minorenni dovranno essere accompagnati presso la sede dell’ASD o presso la sede di gara esclusivamente da un solo Genitore o da chi ne abbia legalmente la responsabilità genitoriale.
  2. la fase di accredito o di iscrizione deve essere gestita in remoto
  3. occorre garantire la distanza di almeno 1 metro tra i giocatori, pertanto la scacchiera sarà collocata su tavoli di profondità non inferiore a 1,20 m; il giocatore con diritto alla mossa si avvicina alla scacchiera al momento della esecuzione della propria mossa, dopo averla effettuata ritorna alla propria seduta e da quel momento potrà effettuarla il giocatore opposto; le fasi di gioco saranno pertanto caratterizzate dall’alternanza alla scacchiera dei due giocatori per il tempo strettamente necessario all’esecuzione della mossa;
  4. per le partite con tempi di gioco superiori ai 15 minuti complessivi i giocatori dovranno indossare oltre alla mascherina una visiera di protezione, fornita dall’organizzatore del torneo o dal Presidente, o suo delegato, se in sede di allenamento;
  5. non si rende necessario l’uso della visiera nel caso in cui i tavoli con le scacchiere siano attrezzati con divisori trasparenti antifiato; i pannelli trasparenti presenteranno in basso una adeguata apertura (massimo 20 cm) per consentire il passaggio della mano per la mossa dei pezzi;
  6. la distanza tra le scacchiere dovrà essere di 2 metri per le gare al chiuso;
  7. all’aperto distanza tra le scacchiere non inferiore ad 1 metro;

Restando in tema di Tornei, nell’ultimo Consiglio Federale la FSI ha deciso il dimezzamento della tassa di omologazione dei tornei (azzerata per i giovanili) fino al 31 dicembre 2020 (delibera n. 38/2020).

Il protocollo (File PDF)

Verbale consiglio direttivo del 20 giugno (File PDF)

surfing-on-the-net-mini
[Megalovic– 01/07]

41 Commenti a “Surfing on the Net – Luglio”

  1. Megalovic
    1 luglio 2020 - 13:39

    lordste, non so a quale “boiate cosmiche” tu ti riferisca. In generale, mi sembra un protocollo molto restrittivo. Del resto, farlo più lasso voleva dire poter incorrere in responsabilità in caso di contagio.

    Ne approfitto per segnalare che la FSI, nell’ultimo Consiglio Federale, ha deciso il dimezzamento della tassa di omologazione dei tornei (azzerata per i giovanili), fino al 31 dicembre 2020 (delibera n. 38/2020).

    Sempre che si riesca ad organizzare tornei con questo protocollo. Vedremo come si comporteranno gli organizzatori (e i giocatori).

  2. Megalovic
    1 luglio 2020 - 14:36

    lordste, la Federazione Dama ha adottato le stesse identiche misure. Questo mi fa pensare che siano disposizioni “recepite”. A meno che Dama e Scacchi si siano fatte scrivere il Protocollo dalla stessa persona.

    “Durante le partite o allenamenti frontali della durata superiore ai 15 minuti (cioè tutte le partite eccetto le partite lampo di dama italiana) oltre alla mascherina i giocatori dovranno indossare le visiere di protezione; non sarà obbligatorio usare le visiere nel caso in cui i tavoli di gioco siano dotati di appositi pannelli divisori trasparenti, con uno “slot” (apertura nella parte inferiore) adeguato ((H=15M18!cm) utile al movimento dei pezzi;”

    “Per garantire, comunque, la distanza di almeno 1 metro tra i giocatori, la damiera dovrà essere collocata su tavoli di lato di profondità non inferiore ad 1,20 metri ammettendo l’appoggio sul tavolo nelle fasi di riflessione esclusivamente al giocatore a cui spetta muovere;”

    http://www.federdama.it/cms/attachments/1906_01_Protocollo%20Covid-19%20FID%2005062020%20v2.pdf

  3. Megalovic
    1 luglio 2020 - 15:12

    lordste, in generale, io parto dal presupposto che la FSI ha tutto l’interesse a far giocare, visto che incassa soldi sia per gli iscritti, sia per la registrazione dei tornei.

    Se hanno fatto un protocollo così restrittivo, un motivo sensato ci dovrà pur essere, oltre alla supposta ipocondria del redattore del Protocollo.

    Aggiungo che però hai fatto bene a sollevare dubbi e a scrivere alla FSI, così magari saprai-sapremo, dalle risposte, i possibili motivi “sensati” (che mi auguro ci siano) che sono dietro il Protocollo.

  4. Megalovic
    1 luglio 2020 - 15:24

    Un possibile esempio di motivazione sensata. Sulla discriminante dei 15′ per la visiera si/visiera no. Immagino si supponga che questo sia il tempo oltre il quale la vicinanza prolungata con un infetto da Covid-19 comporti un serio rischio di contagio per il soggetto sano.

    Da qui, la visiera per partite che durino più di 15′ complessivi.

    Negli sport di contatto, per quanto la marcatura sia stretta, difficilmente resti attaccato per 15′ consecutivi.

  5. Angelmann
    1 luglio 2020 - 16:50

    Purtroppo sta tutto nella ripresa o meno dell’epidemia dopo l’estate. Con numeri e tracciamenti attuali si può rischiare, anche se purtroppo, giocando al chiuso e in ambienti spesso non ampi, gli scacchi sono una disciplina che deve temere molto il SARS-CoV-2.
    Sulla questione dei guanti ha ragione Lordste, sono perfettamente inutili se non usati solo per pochi minuti. Mani lavate, si gioca, non ci si tocca il viso e si disinfettano pezzi e scacchiera – tavolo a fine partita. Per la visiera idem, ferma le goccioline dirette ma non serve in una situazione in cui l’uso da parte di entrambi i giocatori delle mascherine chirurgiche (o, meglio, FFP2 senza respiratore) è previsto, purché con tempi di gioco non lunghi.
    L’argomento mai chiarito del tutto riguarda le goccioline più piccole che restano in sospensione nell’aria per molti minuti. Non dovrebbero avere singolarmente una carica virale importante ma tante situazioni di contagio avvenuto destano dubbi (ovvero, se di goccioline così ne incontri tante, cosa che può accadere in un ambiente chiuso).
    Uno dei nodi riguarda così l’aerazione, se ci sono vetrate ampie e un forte ricambio d’aria naturale la situazione migliora molto, le goccioline più grosse e dirette, che ricadono entro 1,5 – 2 metri, le fermi con le mascherine (e senza mai toccare bocca o occhi con le mani), quelle in sospensione vengono in gran parte eliminate con il ricambio d’aria.
    Vi è poi il tema delle toilette, che un po’ di attenzione la richiede, prevedere personale per una pulizia costante non sarebbe un costo indifferente.
    Sensazione di alcune regole inutili da un lato e di rischi significativi dall’altro.
    Se l’epidemia riprendesse vigore, un torneo a tempo lungo in una sala non ben aerata rappresenterebbe un bel fattore di rischio. Lo scrivo a malincuore per i nostri scacchi, ma la Covid-19 scherza poco.

  6. Edo
    1 luglio 2020 - 19:36

    Immagino che quell’insieme di regole sia dovuto – come già è stato scritto – ad un comprensibile problema di responsabilità.
    Poi tutto è migliorabile per cui spero che qualcosa si migliori, a cominciare dai guanti.
    Sugli scacchi ho finito, tutto qui.
    La verità è che morivo dalla voglia di andare OT, e lo faccio.

    Agli scacchi sono imposte eccezionali misure di sicurezza, mentre i calciatori hanno ripreso come se nulla fosse a scambiarsi ettolitri di sudore appiccicati gli uni agli altri, potenzialmente alitandosi addosso miliardi di virioni al minuto.
    Perché è possibile questa porcheria (intendo quella del calcio)?
    Il motivo vero è soldi, certo, ma come l’hanno giustificata?
    Il motivo addotto è quella storiellina dei 15 minuti, che obbliga noi scacchisti ad eccezionali misure di sicurezza. Oh, mica dico che non siano giuste quelle misure. Dico che noi dobbiamo adottarle (con ogni probabilità giustamente, ma non è di quello che sto parlando), mentre altri fanno quel cavolaccio che gli pare.

    Non beviamocela, signori.
    Il discorso dei 15 minuti è un suggerimento di buon senso che riguarda le due chiacchere che puoi fare con un amico che incontri per strada.
    A parità di altre condizioni (distanza, mascherine) più a lungo ci parli più rischi di assumere una carica virale sufficiente ad infettarti.
    Ma è una regola di buon senso, applicabile in quel contesto.
    Non certo nel contesto di uno sport di movimento, men che meno nel contesto di uno sport di contatto.
    Nel calcio si abbracciano e passano minuti ad alitarsi addosso, ansimando furiosamente a venti centimetri dalla testa di un altro.
    Che importa se ciò accade per periodi (molto) più brevi di un quarto d’ora?
    Se c’è un infetto, passano molti più virioni in trenta secondi come quelli che in quindici minuti di chiacchere fermi nel parcheggio.
    Questo lo sanno benissimo anche quelli del calcio ma ci sono dietro troppi interessi e allora amen.
    Però questa storiella che loro sono sicuri perché hanno contatti solo fugaci non beviamocela pure noi, dai.

  7. Megalovic
    1 luglio 2020 - 19:50

    Paese che vai regole che trovi.

    Durante a diretta del torneo del Carlsen Tour, Zoldan ha detto che probabilmente parteciperà in un torneo in Grecia dove l’unica regola significativa sulla questione COVID-19 sarà che devi indossare la mascherina, ma solo se l’avversario lo richiede.

  8. Angelmann
    1 luglio 2020 - 21:35

    Ovviamente giusto quanto dice Edo sul calcio.
    Eppure, i risultati dell’epidemia in paesi che hanno agito con molti dubbi nel fronteggiarla sono sotto gli occhi di tutti.
    In molti casi il motivo soldi è stato palesemente contrapposto a quello del contenimento, con un “prezzo” di morti da pagare. E’ addirittura comprensibile che vi siano questi pensieri, che si soppesino mille aspetti, quella che non è comprensibile è l’assenza di capacità di lavorare duro per vagliare tutte le alternative.
    La ricerca del punto di equilibrio tra parziali chiusure, possibili mantenimenti di attività produttive e ragionevoli precauzioni non è semplice ma non è stata realmente cercata. Un lockdown duro come quello che abbiamo attuato non solo non possiamo più permettercelo ma non era nemmeno così necessario. E’ mancata una minimale fiducia nei meccanismi di risposta, la valutazione dei rischi, le condizioni in cui una attività poteva restare aperta, al di là della tipologia della produzione. Si prendono decisioni dall’alto lontane dalla possibilità di lavorare sul dettaglio, ovviamente estendendo il campo degli attori, secondo le normative che già esistono. Giusto chiedere tutto l’11 marzo ma dando subito linee per poter riaprire dopo pochi giorni.
    Si sono fatte solenni porcherie nel chiudere – non chiudere senza esaminare alternative, a volte cedendo a pressioni altre chiudendo alla cieca. Le precauzioni per i posti di lavoro sono state valutate con le organizzazioni sindacali, contrattando!! Più metri, meno metri… Nessuno ha mai chiarito perché la distanza di sicurezza è di un metro in Italia, di un metro e mezzo in Germania e di due metri in Cina…
    Si è detto che neanche gli scienziati erano d’accordo sul da farsi ma in un paese dove i vari posti di rilievo si raggiungono più per conoscenze che non per competenze cosa ti aspetti? Ci sono “scienziati” che hanno detto sciocchezze incredibili e che stanno ancora lì a farsi intervistare. Non è difficile trovare la traccia dei pochissimi che, riascoltando le loro dichiarazioni sin dall’inizio, non hanno nulla da rimangiarsi.
    Quindi sì, entrano in campo i soldi, gli interessi, magari senza nemmeno visualizzare il numero di vite in discussione. A inizio epidemia faceva sinceramente sorridere amaramente vedere le misurazioni delle temperature negli aeroporti per i voli in arrivo dalla Cina. Si sa, i cinesi sono strani e lontani, chissà perché hanno chiuso in quel modo incredibile milioni di persone.
    Prima dell’esplosione dell’epidemia una circolare della sanità, valutando correttamente i rischi, indicava l’opportunità di tamponi ad ogni caso sospetto. Pochi giorni dopo una seconda circolare l’ha annullata, tamponi solo per chi veniva da zone a rischio. Chi l’ha deciso è consapevole di aver fatto morire migliaia di persone in più? Che brava quella dottoressa a decidere di fare il tampone al di fuori dei protocolli…
    Incompetenza, equilibri politici, interessi economici, calcoli. Ma avete osservato lo stupore di tanti nel vedere come il Paese ha risposto bene a misure così forti? E ora, che il messaggio è quello in fondo di ripartire, perché non si interviene sulle tante idiozie che si cominciano a vedere in giro?
    E pensare che un altro governo avrebbe potuto persino fare peggio di così. Non è questione di politica, è questione di sistema Paese, di decadenza, di ignoranza.

  9. Megalovic
    1 luglio 2020 - 23:07

    Stockfish prende definitivamente il largo ma gli manca ancora un punto per festeggiare: 49,5-42,5.

    Il bianco invece ha già stravinto: 61,5-30,5! Non so se dipenda dalle aperture scelte ma il vantaggio del tratto si è rilevato decisivo oltre ogni precedente e previsione.

  10. Megalovic
    3 luglio 2020 - 11:33

    Kramnik autore di testi musicali nella cover della canzone Sunday Bloody Sunday degli U2 cantata da JUGA, dal titolo ” Endgames Bloody Endgames”. Canzone ispirata al Mondiale Kasparov vs Kramnik.

    Questa l’opera di adattamento del testo originale da parte Vladimir
    I Can’t belive the move he played
    3.Nf6 has not be analyzeed ‘till mate
    How long
    will he sign this Berlin Song?
    How long?
    Cause tonight
    We still must fix the Grunfeld
    I made my engines work like horses
    I was supposed to move 1.e4 and win by force
    But Kramnik wants it done his way
    It’s not fair but he is forcig me to play
    Endgames Bloody Endgames
    We have spent two month along
    to face 1.d4 but second game this youngster won
    I have been fighting well until
    The Queens were off the board
    I’ve tried my best but still
    Endgames Bloody Endgames
    Wipe mw tears away
    I must try another line
    Having white instead of drawing all the time
    My folks are trying to convice
    that 4.d3 is fine
    but where is my forced win?
    I will keep on changing Queens
    Lose and try to ger revenge by any means
    I am still the stronger force
    Should have won it
    was an accident because
    Endgames Bloody Endgames

  11. Megalovic
    29 luglio 2020 - 15:12

    Nuovo protocollo “anti covid-19” pubblicato sul sito della FSI.

    Da segnalare che non è più necessario, ma solo consigliato, l’uso della visiera, occhiali protettivi o del divisorio nel caso in cui i tavoli abbiano profondità di almeno 1,60 m.

    Ad una veloce lettura, la parola “guanti” non si trova più nel protocollo se non per il personale addetto alla collocazione dei formulari nelle postazioni di gioco.

    Il link al file pdf del protocollo nell’articolo.

  12. Megalovic
    29 luglio 2020 - 16:49

    Mi sembra abbastanza chiaro.
    Mascherina sempre obbligatoria.
    Tavolo di 1,6 metri, non serve altro.
    Tra 1,2 e 1,6 metri, devi aggiungere divisorio o diventa obbligatoria la visiera.
    Tra 1 e 1,2 metri è obbligatorio il divisorio.
    Vietato meno di 1 metro.

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Clicca per Registrati.