Scacchierando.it
WCCC_2018 (2)

World Computer Chess Championship 2018

Resoconto di Ubaldo Andrea Farina (Chiron) sui Mondiali per Computer Blitz Rapid e Classici

Dopo tre edizioni, il World Computer Chess Championship, organizzato dalla International Computer Games Association, ha lasciato l’Università di Leiden per aver luogo quest’anno a Stoccolma, presso il centro congressi Stockholmsmässan, dal 13 al 19 luglio, negli stessi giorni in cui si teneva la IJCAI-ECAI 2018 con circa 5000 partecipanti giunti da tutto il mondo. L’ultima volta che si era giocato a Stoccolma è stato nel 1974 per la prima edizione. Quest’anno c’era anche un GM a commentare le partite per il pubblico: Harry Schüssler. Come di consueto, si sono disputate tre competizioni: il World Computer Speed Chess Championship con controllo a tempo di 5’+5”, il World Computer Software Championship con tc di 45’+15” e il World Computer Chess Championship con tc di 1h45’+15”.

Dieci i programmi iscritti:

WCCC_2018

Solo alcuni hanno giocato in tutti e tre i tornei. Nel WCSC l’hardware utilizzato era lo stesso per ogni programma e consisteva in un portatile con un Intel i7-8550U, 16GB di RAM e un SSD per le tablebases. Negli altri due campionati l’hardware era libero. Degni di nota i cluster con 2592 e 640 core utilizzati rispettivamente dai tedeschi Jonny e GridGinkgo. Jonny, in particolare, analizzava tra i 2 e i 3 miliardi di posizioni al secondo. Komodo ha utilizzato un server con 60 core Xeon v2 mentre Chiron girava su un server fornito dalla E4 Computer Engineering di Reggio Emilia, con 2x processori AMD Epyc (64 core).  C’era grande interesse per Leela Chess Zero, un programma open-source basato sul deep learning nato solo a gennaio di quest’anno. Avrebbe dovuto utilizzare 8x Nvidia Tesla V100 ma dopo due partite del WCCC il suo operatore è andato via per problemi familiari e il sostituto che si è trovato aveva a disposizione “solo” 2x Nvidia GTX 1080Ti.

Il 13 luglio si è giocato il mondiale blitz. Il formato scelto per poter terminare prima della trasmissione del documentario su AlphaGo è stato un triplo round robin. Komodo ha vinto facilmente con 9/12. In seconda posizione condivisa Shredder, Chiron e GridGinkgo. Gli operatori di Chiron e GridGinkgo hanno commesso un errore nel riportare la mossa sulla scacchiera facendo perdere, secondo le regole del mondiale blitz, la partita ai loro programmi. Non è raro che succeda vista la concitazione e il breve tempo a disposizione ma certamente non deve essere piacevole, specialmente quando accade in posizioni patte o addirittura di vantaggio.

No. Name 1 2 3 4 5 Score SB
1. Komodo X 1.5 2.0 3.0 2.5 9.0 47.00
2. Shredder 1.5 X 1.0 1.5 2.0 5.5 33.50
Chiron 1.0 2.0 X 1.5 1.0 5.5 32.75
GridGinkgo 0.0 2.0 1.5 X 2.0 5.5 28.50
5. Jonny 0.5 1.0 2.0 1.0 X 4.5 26.50

Sabato 14 e domenica 15 si è giocato il mondiale software, un round robin con 9 partecipanti. Komodo e l’ucraino Booot sono arrivati primi a pari punti con 5.5/9. Il primo si è aggiudicato il titolo vincendo il play-off per 2-0. Da segnalare la vittoria di The Baron contro il ben più forte HIARCS. Probabilmente, la scelta da parte dell’operatore di HIARCS di utilizzare mezzo pedone come valore per il contempt, per spingere il programma ad evitare la patta e cercare di vincere, ha contribuito alla sconfitta.

No. Name 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Score SB
1. Komodo X 0.5 0.5 1.0 0.5 0.5 0.5 1.0 1.0 5.5 21.75
Booot 0.5 X 0.5 0.5 0.5 0.5 1.0 1.0 1.0 5.5 21.00
3. Ginkgo 0.5 0.5 X 0.5 0.5 0.5 0.5 1.0 1.0 5.0 19.25
Jonny 0.0 0.5 0.5 X 0.5 1.0 0.5 1.0 1.0 5.0 18.75
5. Shredder 0.5 0.5 0.5 0.5 X 0.5 0.5 0.5 1.0 4.5 18.00
Chiron 0.5 0.5 0.5 0.0 0.5 X 0.5 1.0 1.0 4.5 16.75
7. Hiarcs 0.5 0.0 0.5 0.5 0.5 0.5 X 0.0 1.0 3.5 14.00
8. The Baron 0.0 0.0 0.0 0.0 0.5 0.0 1.0 X 1.0 2.5 7.00
9. Pauline 0.0 0.0 0.0 0.0 0.0 0.0 0.0 0.0 X 0.0 0.00

Dal 16 al 19 luglio si è, infine, giocato il WCCC. Nel primo turno si è subito avuta una delle partite più attese tra Leela e Komodo. La posizione finale raggiunta era patta da tablebases ma Leela non le aveva, il suo operatore era inesperto, al primo torneo, e non sapeva di poter proporre la patta. Inoltre Leela aveva una GUI testuale, l’operatore doveva digitare le mosse perdendo del tempo e aveva impostato Leela con 10” di incremento rispetto ai 15” disponibili, un valore troppo alto considerando il tempo che perdeva per inserire ogni mossa. Insomma, alla fine, Leela ha perso questa partita per il tempo in una posizione assolutamente patta. Circa il 70% delle partite sono terminate con una patta. All’ultimo turno si giocavano Shredder-GridGingko e Chiron-Komodo. I programmatori di Shredder e GridGinkgo hanno entrambi cercato di vincere la partita, Shredder per cercare di arrivare secondo e GridGinkgo per arrivare primo a pari punti con Komodo, sperando che pattasse con Chiron, cosa che è avvenuta. Shredder non ha gestito correttamente la posizione, perdendo e permettendo, quindi, a GridGinkgo di agganciare il primo posto. Chiron non avendo vinto precedentemente nè con The Baron nè con Leela, non ha potuto approfittare della sconfitta di Shredder per arrivare terzo insieme a Jonny. Sono quindi seguite le partite di spareggio tra Komodo e GridGinkgo. Vincendo la prima con i neri e pattando la seconda, Komodo si è laureato per la terza volta di seguito campione del mondo.

No. Name 1 2 3 4 5 6 7 8 Score SB
1. Komodo X 0.5 0.5 0.5 1.0 0.5 1.0 1.0 5.0 15.00
2. GridGinkgo 0.5 X 0.5 0.5 0.5 1.0 1.0 1.0 5.0 13.25
3. Jonny 0.5 0.5 X 0.5 0.5 0.5 1.0 0.5 4.0 13.00
4. Chiron 0.5 0.5 0.5 X 0.5 0.5 0.5 0.5 3.5 12.25
Booot 0.0 0.5 0.5 0.5 X 0.5 0.5 1.0 3.5 11.00
Shredder 0.5 0.0 0.5 0.5 0.5 X 0.5 1.0 3.5 10.50
7. Leela Chess Zero 0.0 0.0 0.0 0.5 0.5 0.5 X 0.5 2.0 6.00
8. The Baron 0.0 0.0 0.5 0.5 0.0 0.0 0.5 X 1.5 4.75

Sebbene il risultato di Leela possa sembrare deludente, c’è da considerare che ha dovuto utilizzare un hardware inferiore rispetto a quello atteso, gli operatori erano inesperti, non utilizzava le tablebases e non aveva un libro delle aperture, perché in contrasto con la filosofia del partire da zero. Questo però ha permesso agli avversari di sapere, per esempio, che apriva sempre con 1.c4 e prepararsi un po’ meglio. Solo nelle ultime partite le è stato fatto utilizzare un piccolo libro di 2-3 mosse.

Questa potrebbe essere stata l’ultima edizione vinta da un classico programma basato su ricerca alpha-beta più valutazione euristica. Oltre a Leela, si è saputo che anche Jonny utilizzava una rete neurale per la funzione di valutazione, abbastanza piccola da poter girare sulla cpu, e anche altri programmatori sono sembrati interessati, consci che, molto probabilmente, il deep learning rappresenta il futuro anche della computer chess.

WCCC_2018 (1)

WCCC_2018 (7)

WCCC_2018 (9)

WCCC_2018 (8)

WCCC_2018 (5)

WCCC_2018 (14)

WCCC_2018 (12)

WCCC_2018 (13)

WCCC_2018 (10)

Sito ufficiale

Report sulle partite

4 Commenti a “World Computer Chess Championship 2018”

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Clicca per Registrati.