Scacchierando.it
Airthings-Masters-Logo-2023

Champions Chess Tour 2023: Airthings Masters

Vince la 1ª tappa Carlsen 2½-1½ su Nakamura! Caruana vince la DIV II battendo Yu 2½-1½! DIV III a Sevian

Credo ormai nota a tutti l’acquisizione di PlayMagnus, la compagnia madre di chess24, da parte di chess.com e credo ormai similmente noto come tra le conseguenze ci sia stata la fusione tra il Chess.com Global Championship e il Meltwater CCT. Il tutto ha, comprensibilmente, portato a “qualche” modifica di formato. La prima tappa dell’evento è sede ideale per fare un po’ di mente locale a riguardo: mentre vi dico chi gioca, quando, a che cadenza e con cosa in palio, approfitto anche per riassumere il nuovo funzionamento di quello che ora è “Il” Tour online.

cct 2023 locandina chess.com

Un solo campo per tutti, 2 milioni sul piatto

Per una spiegazione completa non posso che rimandare a questo articolo chess.com (in italiano) e a questo chess24 (in inglese) (e ai link a loro volta lì presenti), naturalmente per le novità principali potete continuare a seguirmi qui: cercherò di spiegare strada facendo.

Sparisce, intanto, la distinzione tra Regulars e Majors: 6 eventi con 235.000 dollari di montepremi ciascuno (+vari extra Tour). Si accelera la cadenza: abituati al 15+10, dovremo, noi e i giocatori, ritararci sul 15+3.

Cambiamento notevole: il sistema wild card (con l’eccezione di Carlen e So, unicamente per questa tappa, in quanto Campioni dei precedenti Tour) con girone all’italiana iniziale lascia il posto ad una dura fase di qualificazione “Open” per tutti e ad una struttura con promozioni tra 3 Division ad eliminazione diretta con ripescaggi.

Dura fase che abbiamo visto all’opera nel Play-In del 3 febbraio: 146 giocatori registrati, Svizzero a 9 turni a 10+2 + match + Armageddon (“all’asta”: si punta il tempo desiderato, chi ne punta meno sceglie il colore e gioca con il suo tempo, il bianco può quindi avere più o meno tempo del nero) per decidere chi gioca e dove. Evento riservato ai GM, a partire dalla prossima tappa leggo sia prevista una fase “pre-pre-qualificazione” nella quale potranno tentare la fortuna dai Maestri Nazionali in su.

Agevolo specchietto riassuntivo per illustrare le 3 Division formate con match tra i 76 meglio piazzati (72 dalla 2° tappa) dello Svizzero e i loro dettagli:

cct 2023 promozioni

Qui in questo Airthings Masters dobbiamo guardare la colonna “Event 1” con coppie di mini-match tra i Top12 per avere 6 giocatori in Division I (oltre agli altri in II e III), a partire invece dalla 2ª tappa i primi 3 della precedente Division I e il vincitore della precedente Division II saranno direttamente qualificati all’evento principale, i 4 posti rimanenti in palio in una serie di mini-match tra i primi 8 del Play-In Svizzero.

  1. Gukesh D 7½/9
  2. Nepomniachtchi, Ian 6½/9
  3. Firouzja, Alireza 6½/9
  4. Andreikin, Dmitry 6½/9
  5. Caruana, Fabiano 6½/9
  6. Dubov, Daniil 6½/9
  7. Erigaisi Arjun 6½/9
  8. Nakamura, Hikaru 6½/9
  9. Mamedov, Rauf 6½/9
  10. Sadhwani, Raunak 6½/9
  11.   Sarana, Alexey 6½/9
  12. Kramnik, Vladimir 6/9

Top 12 dello Svizzero Pre-Airthings: per loro qui chance di Division I

È stata cosa “parecchio cruenta” e parlando di spettacolo non si può dire che non abbia mostrato di saper funzionare!

Qualche nome tra i 32 che disputeranno la Division III? Grischuk (15° a 6 su 9 nello Svizzero, poi sconfitto da Bogdan-Daniel Deac nel mini-match), Keymer (22° a 6, superato all’Armageddon da Martyn Kravtsiv), Praggnanandhaa (27° a, sconfitto da Alexandr Predke), Dominguez (43° a 5, ha avuto la meglio su Aleksey Dreev), Maghsoodloo (45° a 5, ha quindi battuto Vladislav Kovalev), Svidler (70° a 4½, “rimasto in vita” battendo il 39° piazzato Aronian e quindi eliminato l’armeno).

Dei 16 che giocheranno invece in Division II, vi bastano Nepomniachtchi, Caruana e Dubov? Vi ci aggiungo Kramnik e Yu Yangyi se avete ancora dubbi!

Partecipanti

Quindi, chi sono gli 8 in Division I e perché?

Carlsen So CCT finals 2021

Magnus Carlsen (Elo Rapid 2834) e Wesley So (2780)

Come detto questi due “maschi Alpha” sono qui in quanto Campioni in carica del CCT e del Chess.com Global rispettivamente, quella degli altri 6 è stata come avete letto strada un po’ più complicata. Dopo essere giunti in Top 12, non poco, hanno anche dovuto vincere un match.

gukesh d Julius bar vincitorejpg

Gukesh D, Elo Rapid 2629

+6 =3 -0 e quindi 7½/9 per lui nel Play-In, in solitaria un punto sopra un “grupponissimo” di 10 giocatori.

Da regolamento, il 1° sceglie uno tra il 7° e il 12° per un mini-match sulle 2 partite (anche qui Armageddon “con orologio all’asta” in caso di parità, ovviamente poi il 2° sceglie uno dei 5 rimanenti e così via). Il giovane indiano non teme di prendersi tra tutti Vladimir Kramnik, uscito dal ritiro con un 4/4 iniziale e che aveva poi rallentato chiudendo 12° a 6 (assieme ad altri 11: fortunato nello spareggio ma doverosi comunque i complimenti “al pensionato”). Lo aveva già battuto nello Svizzero, 2-0 per lui nel mini-match: “Caro Diario, oggi ho battuto tre volte il 14° Campione del Mondo“). Gukesh arriva da un Tata negativo ma chiuso “risalendo”: i formati sono estremamente diversi, ma forse è ancora “in risalita”! Per certo il compito inizia con “domanda tosta”: Hikaru Nakamura per lui.

Firouzja Speedchess

Alireza Firouzja, Elo Rapid 2745

Ok, non sono scacchi classici ma fa piacere rivederlo in circolazione.

In lunga pausa di riflessione il giovane SuperTalento quando si parla di scacchi a tavolino e qualcuno inizia a chiedersi “se tutto vada bene”. Non possiamo che aspettare e vedere (oddio, potremmo anche seguire le voci, definite va detto “stravaganti”, che, non scherzo, lo danno pronto ad un cambio di carriera e a lanciarsi come fashion designer ma io personalmente preferisco “aspettare e vedere”…), nel frattempo oltre che a tempo perso “bravino” a bullet e hyperbullet, il franco-iraniano “se la cava” anche rapid: 6½/9, per spareggio tecnico. Qualche rischio qua e là (da rivedere almeno la rocambolesca vittoria contro Tan Zhongyi per giocare a “io muovo e Firou perde“) ma più che presente. Si è scelto il classe 2005 con Elo rapid 2550 indiano Raunak Sadhwani per il mini-match: ottimo 10° (+5 =3 -1) nello Svizzero il giovane GM dal Subcontinente (devo ripetere quanti SuperGM non hanno mai visto la Top12?) ma nello scontro diretto il peso è sensibilmente diverso: spietato nella prima partita con i bianchi Firouzja, mai in pensiero con i neri nella seconda. Erigaisi per lui.

erigaisi banter

Arjun Erigaisi, Elo Rapid 2685

Che a proposito è arrivato nel gruppo a 6½, sconfitto da Guseinov è il primo dei non imbattuti.

Se ne evince che deve aver compensato in altra maniera: 4 vittorie per Caruana, Nepo e Firouzja, 5 per lui. 7° quindi “1° degli sceglibili” è stato preso da Andreikin (giocatore ovviamente forte il russo battente bandiera FIDE, ma “non scontato” in Top12: 4°, con scalpo di, tra gli altri, Yu Yangyi): mal gliene incolse al russo, che viene mandato in Division II per ½-1½ a favore dell’indiano. Come Gukesh anche Erigaisi mostra dunque di reagire bene ad un pessimo Tata, che nel suo caso ha significato ultimo posto. Si troverà come detto di fronte Firouzja: dovrà continuare a reagire!

Nakamura_SCCC2020

Hikaru Nakamura, Elo Rapid 2750

Ha qualcosa più che rischiato di non esserci (o, meglio, di essere nella “Division sbagliata”) uno dei giocatori da locandina del Tour.

Una sconfitta al 2° turno contro il cinese classe 1999 (Elo rapid 2574) Xu Xiangyu gli ha infatti complicato la vita, ha dovuto quindi mettersi seriamente al lavoro e lo ha fatto incamerando 5 vittorie nei 9 turni, compresa quella, essenziale, all’ultimo turno contro Le. a 6½, gli è stato fatto l’indubbio onore di non essere scelto da nessuno. Dubov, 6° nello Svizzero e quindi ultimo a “scegliere”, tra virgolette nel suo caso, ha dovuto fare con quello che passava il convento: dopo una Bogo-Indiana nella quale con i bianchi ha saputo mettere pressione ma non sfondare è arrivata una Siciliana nella quale Naka ha deciso di buttare sul piatto “l’essere Naka”: ha usato i suoi bianchi per pattare in 14 mosse e puntare tutto sull’Armageddon. Scelta che se poi va male non ci fai una gran figura. Ma in questo caso Naka è stato preciso. 7:59 sull’orologio bianco statunitense, 6:30 su quello nero russo. Mantiene il controllo a lungo Dubov ma Naka non molla e ad un certo punto l’orologio (si gioca senza incremento) nero è troppo corto: forza la porta infine lo statunitense, Dubov in Divison II. Naka (“Probabilmente oggi ho perso qualche anno di vita, ma immagino ne valga la pena!“), come detto, se la vedrà con Gukesh.

rauf mamedov leviton

Rauf Mamedov, Elo Rapid 2632

Anche lui partito male, sconfitto al 1° turno dall’indiano Mitrabha Guha (classe 2001, Elo Rapid 2374), anche lui ha dovuto vincerne 5 per essere nel gruppo a 6½ ( per spareggio).

Scelto da Nepo: il russo era 2° per spareggio tecnico, poteva scegliere chiunque tranne Kramnik, ha scelto l’azero. Ha fatto malissimo: i neri di Mamedov stavano meglio prima che il loro conduttore concedesse un perpetuo al russo nella prima partita, nella seconda si è assistito ad una Russa prima “grigio leggermente chiaro”, poi “bianca strategicamente”, quindi pedone di vantaggio e infine vinta dall’azero. Il neo N.2 al Mondo e prossimamente (ri)Sfidante al Titolo in Division II: ho scritto da qualche parte che si può sempre contare sugli azeri per piazzare qualche colpicino! Per Mamedov si comincerà contro So.

sarana chesscom rapid vincitore

Alexey Sarana, Elo Rapid 2643

Nome meno noto (in senso relativo) tra gli 8, il russo (giocatore “FIDEstan” da maggio 2022) classe 2000 ha deciso di ricordarci che quando si tratta di competizioni online lui è stato Campione Europeo 2020.

Tra tutti, gran lottatore: sconfitto nel 2° turno dal cileno Rodrigo Vasquez Schroeder e al 6° da Eltaj Safarli ha dovuto mettere sull’altro piatto 6 vittorie per l’11° posto finale: solo una patta per lui! Scelto da Caruana (4°, partito a 4/4 l’italo-americano per poi pattare le restanti) per il mini-match, per un po’ è sembrata una buona idea: vittoria relativamente facile con matto sulla scacchiera con i bianchi per Caruana, tutto sembra sotto controllo nella seconda ma l’italo-americano inciampa tatticamente, non raccoglie il russo, Caruana “sportivamente” offre un’altra chance regalando un doppio di pedone su Torri (!): Armageddon! 8:20 per i bianchi di Sarana, 7:50 per i neri di Caruana. Dopo l’apertura il nero forse preferibile, ma Sarana riesce ad essere insidioso: sbaglia Caruana che deve dare la Donna in cambio di “non abbastanza”. Ostinato il rifiuto italo-americano nel dover giocare in Division II e del resto gli basterebbe una patta: deve però arrendersi a 4 mosse dal matto. Cinque russi in Top12, l’unico in Division I è Serana: gran successo per lui, ricompensato con l’affrontare Carlsen!

Formato & Montepremi

Quindi:

  • Carlsen – Sarana (secondo chessgames storico di ½-½ a tempo classico, 0-1 blitz)
  • Firouzja – Erigaisi (½-½ a tempo classico, 1-0 blitz)
  • So – Mamedov (+1 =2 -0 a tempo classico a favore di So)
  • Gukesh – Nakamura (½-½ rapid, 1-1 blitz)

Giocheranno 4 partite a 15+3, eventuale Armageddon “all’asta” in caso di 2-2.

Ma poi?

Torniamo a parlare di Tour in generale e delle sue novità: siamo in un qualcosa che si può definire “eliminazione diretta con ripescaggio per tutti”, già visto ad esempio nella American Cup 2022.

airthings master 2023 tabellone division I

(Spero immagine funzionale su mobile: è quella che offre chess.com)

Si adotta infatti il formato “seconda possibilità”: chi perde ai quarti non torna a casa ma passa nel “tabellone degli sconfitti” (2 partite per match a fronte delle 4 per chi gioca “tra vincitori“, idem in Division II): se vince il “round 1 degli sconfitti” potrà giocare contro uno che ha perso in “semifinale vincenti”, chi perde viene a quel punto eliminato. E così via: nella Gran Final il “vincitore dei vincitori” affronterà il “vincitore degli sconfitti”. In caso di vittoria di quest’ultimo, ulteriore match di spareggio tra i due per avere il vincitore “definitivo”.

Primi match Division II (sconfitti dei match tra Top12 Svizzero + vincitori match tra 13° e 32° Svizzero)

  1. Nepomniachtchi Pichot
  2. Lazavik Predke
  3. Dubov Kravtsiv
  4. Sadhwani Yu
  5. Andreikin Deac
  6. Yakubboev Bluebaum
  7. Caruana Shosh
  8. Kramink AR Saleh

Primi match Division III (sconfitti dei match tra 13° e 32° + vincitori match tra 33° e 76°)

  1. Guseinov Sjugirov
  2. Theodorou Pranav V
  3. Praggnanandha Tabatabaei
  4. Safarli Antipov
  5. Keymer Matlakov
  6. Demidov Martinez
  7. Xu Xiangyu Dreev
  8. Iniyan P Lenderman
  9. Grischuk Svidler
  10. Drygalov Maghsoodloo
  11. Sevian Vasquez
  12. Durarbayli Nesterov
  13. Liem Le Tuan Minh Le
  14. Oparin Hakobyan
  15. Vokhidov Muradli
  16. Bortnyk Yoo

Nella Division III sia i match dei vincenti che quelli degli sconfitti sono da 2 partite, 4 invece per la finale.

Come scritto, 235.000 i dollari nell’evento (112.550 per la Division I dei quali 30.000 al vincitore, 71.500 per la Division II e 51.000 per la Division III) ma trattandosi di un Tour indispensabili anche i punti tappa: dai 150 per chi vince la Division I all’1 per chi giunge ultimo nella Division III.

Se infatti ogni vincitore di tappa avrà “in omaggio” un biglietto per i Play-offs di dicembre, i posti rimanenti (2, se nessuno vince più di un evento) per raggiungere gli 8 giocatori necessari andranno ai giocatori che avranno più punti Tour. Di questi 8, dopo girone all’italiana in 4 si qualificheranno per la CCT Finals ad eliminazione diretta. L’idea, sensata, è quella di impedire la situazione, effettivamente già vista, nella quale la “MegaFinaleGalattica” si riveli invece una lussuosa passerella per chi nel frattempo “ha già vinto abbastanza”.

CCT 2023 schema

La strada verso la CCT Finals

Previsti anche premi per i Top10 del Tour & varie (ad esempio 1.000 i dollari che si portano a casa per ogni match vinto).

Spero tutto chiaro o almeno a grandi linee comprensibile, non posso che concordare con quanto detto da Daniel “chess.com” Rensch durante la diretta del Play-In: il formato è nuovo, scopriremo insieme le sue “sfumature” strada facendo. E spero di non aver toppato qualche dettaglio/fatto importante: nel caso, sapete che conto sui più attenti tra voi!

Calendario

Per quanto riguarda la Division I si gioca dal 6 al 10 febbraio, a partire dalle ore 17.  6 febbraio quarti; 7 semifinali; 8 finali; 9 riposo; 10 Superfinale. Percorso simile per la Division II, che giocando senza giorno di riposo arriva anch’essa alla Superfinale il 10

“Più densa” la Division III che vede 16esimi e ottavi il 6, quarti e semi il 7, finali l’8 e Superfinale il 9.

CCT 2023 datejpg

Le date di tutte le tappe del CCT 2023

(si noterà che, questo Airthings a parte, i Play-In sono in alternanza mensile con i Match Play)

In chiusura

Meglio ora? Meglio prima? È lo stesso tanto sono Rapid online?

Si può pensare che la concorrenza “stimoli la qualità e abbassi i prezzi”, si può pensare che invece l’agire in sinergia produca migliori risultati rispetto al disperdere risorse nel cercare di incastrare troppo nello “spazio” disponibile sul mercato, si può pensare che i cambiamenti effettuati aiutino ottimamente spettacolo ed emozioni (e ho idea che molti “siano qui” per lo spettacolo e le emozioni), si può pensare invece che ripescaggi, promozioni, “orologi all’asta”, avversari a scelta e quant’altro suggeriscano un “sapore statunitense” che forse non tutti “da noi” riescono a trovare soddisfacente, si può pensare che la “democratizzazione” del Tour sia cosa positiva e che vedere “i Sarana” (che spero mi scuserà se mi permetto di usarlo quale “il Carneade” che non è) potersi guadagnare una possibilità sia ottimo, si può pensare invece che se si vuole puntare a fare show allora era meglio continuare ad invitare “i Caruana e i Nepo” e farli giocare tra loro: come sempre, ognuno avrà la sua opinione.

chesscom playmagnus logo

Il sottoscritto è tra quelli che, a pelle, preferiscono formati più “tradizionali”, ma si sente nel complesso ottimista: dobbiamo in pratica ancora cominciare e già abbiamo visto un Campione del Mondo uscire dal ritiro, un recente Sfidante sconfitto all’Armageddon, uno Sfidante attuale all’Armageddon non arrivarci neppure e una bel pacchettino di GM e SuperGM costretti ad affrontare “le Serie B e C”, quando non direttamente rispediti a casa (alcuni “sono andati a sbattere” contro la durezza dell’evento: ho citato Duda partito a 1 su 3 e ritirato? Tra gli altri “che non hanno finito” Ivanchuk 2/5, Shevchenko 1½/5… 9 turni per Fedoseev ma 103° a 3… qui non si viene “a battere qualche GM “normale” e poi ad impegnarsi quando si è in finale”!) Ed è indubbiamente buon segno che una “fila impressionante di GM e SuperGM” si sia mostrata interessata all’evento. Il CCT 2023 sembra partire con il piede giusto, partecipanti alla mano. Spetta ora a noi del pubblico dire la nostra.

Ai difensori “duri” degli scacchi classici posso dire che il recente Tata ha direi mostrato come i suddetti stiano benissimo (buon momento questo, mi sovviene, per ricordare che il 16 parte il nuovo Dusseldorf WRChessMasters, restate sintonizzati): possono forse “dare un’occhiata” a questo CCT considerandolo “al peggio” un ormai famigliare (per quanto con “vestito nuovo”) extra, con ragionevoli possibilità di trovarci scacchi ricchi di colpi di scena e di qualità (all’ovvio netto del tipo di cadenza), senza dover necessariamente temere che “presto sarà tutto rapid” 😉 . Quelli di voi invece amanti di questi eventi, beh, voi potete semplicemente mettervi comodi in trincea!

Buon divertimento!

Sito Ufficiale

Regolamento Ufficiale

Accoppiamenti & Risultati delle 3 Division

Dirette chess24:

Copertura chess.com:

  • chess.com prevede anche diretta in italiano a cura della WFM Mariagrazia De Rosa e del MI Pierluigi Piscopo: QUI su YouTube

46 Commenti a “Champions Chess Tour 2023: Airthings Masters”

  1. Ale
    6 febbraio 2023 - 20:17

    Beh che prima giornatina!

    DIVISION I

    Carlsen semplicemente più forte di Sarana: uno-due e poi patta la terza in posizione favorevole al norvegese: 2½-½. Uno di quei casi nei quali è piacevole rivedere quanto sembra facile giocare a scacchi…

    Erigaisi imperioso contro Firouzja!
    3-0 mostrando un gioco spumeggiante! Tatticamente devastante nella prima (graziosissima la Donna “messa in presa” in cambio di matto), precoce sacrificio d’alfiere nella seconda, bellissima idea Cavalli+pedoni+sacrificio di qualità nella terza.

    So – Mamedov l’unica di giornata ad arrivare alla 4a partita: dopo 2 patte So riesce ad allungare, nell’ultima Mamedov non riesce a ricucire: 2½-1½

    Naka in “modalità Naka” contro Gukesh: come Carlsen su Sarana uno-due e patta in posizione migliore.

    Quindi:

    Semifinale vincitori:
    Carlsen – Erigaisi
    Nakamura – So

    1° round sconfitti:
    Sarana – Firouzja
    Mamedov- Gukesh

    DIVISION II

    Kramnik sconfitto ½-2½ da Saleh Salem e Dubov superato all’Armageddon dall’ucraino Martyn Kravtsiv direi le “big news” locali. Tra gli altri, Caruana 2½-½ senza troppi problemi sull’indiano Diptayan Ghosh. Questo porta a

    Quarti vincitori:
    Nepomniachtchi – Predke
    Kravtsiv – Yu
    Andreikin – Yakubboev
    Caruana – Salem

    1° round sconfitti:
    Pichot – Lazavik
    Dubov – Sadhwani
    Deac – Bluebaum
    Ghosh – Kramnik

    Ancora in corso la DIVISION III, Sjugirov, Xu Xiangyu, Drygalov, Vasquez e Vokhidov già eliminati definitivamente.

  2. Ale
    6 febbraio 2023 - 22:11

    E per oggi finita anche la DIVISION III

    Tra numero di giocatori e tipo di formato, davvero difficile starle dietro!

    Il 1° round degli sconfitti presenta sfide degne di altro cartellone (Tabatabaei – Safarli o Le – Oparin per dirne due, presenti anche Keymer, sconfitto da Matlakov, e Grischuk, superato da Svidler).

    Oggi si è giocato sino agli ottavi, le coppie dei vincitori per i quarti di domani:

    Pranav V – Praggnanandhaa (vittorie su Tabatabei e Antipov per Pragg)
    Martinez – Lenderman
    Maghsoodloo – Sevian (Drygalov e Svilder superati da “Big Magh”)
    Tuan Minh Le – Bortnyk

    Rispetto al mio commento qua sopra fuori quindi anche Le, che con i bianchi all’Armageddon ci ha provato sino ai Re nudi contro Oparin e Keymer che con i neri non ha saputo contenere, sempre all’Armageddon, Demidov.

    Il 2° round sconfitti ha visto altri “tipici incontri da ultima chance in serie C” tipo Grischuk – Dreev!
    E inevitabilmente un’altra infornata di “eliminati definitivamente”:

    Grischuk eliminato da Dreev
    Guseinov eliminato da Yoo (unico 2-0 di turno)
    Hakobyan eliminato da Tabatabaei
    Muradli eliminato da Theodorou
    Durarbayli eliminato da Demidov
    Iniyan P eliminato da Svidler
    Nesterov eliminato da Matlakov
    Antipov eliminato da Oparin

    Ecco quindi il 3° round sconfitti di domani:

    Theodorou – Tabatabei
    Devidov – Svidler
    Dreev- Matlakov
    Oparin- Yoo

    Risultati con tabelloni completi delle 3 Division:

    https://championschesstour.com/airthings-masters/results/

    Curiosità al volo di “scacchimercato”: Carlsen gioca da casa di Eric Hansen, il quale oggi ha avuto modo di annunciare che il norvegese sarà in campo con la Canada Chessbrah in Pro Chess League.

  3. Ale
    8 febbraio 2023 - 20:05

    Carlsen – Naka 1-1
    Altra Reti, “variante insolita” per Carlsen

    Naka affronta il tutto con meno cura di quanto necessaria, iniziativa presto in mano nera. Il cavallo bianco in b3 si chiede che ci stia a fare in b3 (“Sembra una partita di 960 andata male in apertura per il bianco”, Leko), strategicamente siamo in territorio norvegese.
    Alla 20ma 5 minuti contro 9 e i bianchi sono (strategicamente, Stock è “relativamente freddo”) sulle barricate. Sempre difficile difendere, Naka sbaglia presto con 25.Ad7?, Carlsen non raccoglie, forse troppo occupato a “godersi il vantaggio strategico per pensare alla tattica”. Perde per strada però sia il vantaggio sull’orologio sia quello sulla scacchiera. Sotto i 30 secondi i due alla 34ma, si rispettano/temono abbastanza per non andare ad indagare il finale, di quelli “patto ma”.

    1-1, sinora “ai punti” Carlsen, ottimo Naka in difesa.

  4. Ale
    8 febbraio 2023 - 20:54

    Carlsen – Naka 2-2

    Ruy Marshall nella quale il nero fa arrivare la Donna in h4 alla 13ma: Carlsen segnala di non volere una patta veloce “e poi vediamo l’Armageddon”.


    Naka si prende un paio di minuti per ripassare gli appunti e poi segue la teoria. Carlsen invece prova strade alternative con 17…Te8 che a Stock non piacciono un granché. Naka però non esita un’istante a giocare una triplice (Carlsen non ha a quel punto più motivi per obiettare alla patta veloce “e poi vediamo l’Armageddon”) che chiude la partita alla 21ma. Perplessi in diretta, Carlsen incluso.

    Armageddon in arrivo!

  5. Ale
    8 febbraio 2023 - 21:30

    Carlsen – Naka 2½-2 ½, vince il norvegese pattando l’Armageddon

    8:59 per Naka, 8:58 per Carlsen all’asta! (Naka in webcam con il sorriso di chi “apprezza” l’aver perso una bella battaglia psicologica)

    Carlsen con diritto di scelta, si prende i neri.

    15:00 per i bianchi di Naka, 8:58 per i neri di Carlsen dunque per la “Reti indiana” sul campo. Battaglia posizionale in apertura, Naka la vince potendo impostare con “fastidioso vantaggino”. Alla 25ma, vuol dire però qualcosa, il vantaggio di tempo del bianco è sotto il minuto mentre alla 29ma…Naka perde la partita con 29.Dxh5? Giocate voi a “il nero muove e vince”, perché Carlsen non raccoglie!


    La posizione è a quel punto in ogni caso “come la perde adesso il nero questa?”, Naka scuote la testa. Ben lontana però dall’essere finita la partita: Naka riesce a “raschiare il barile” e ad offrire a Carlsen occasioni per sbagliare. Il norvegese non si sposta e, quando Naka si fa ingolosire dal pedone in c6, riesce a stabilizzarsi una volta per tutte. Naka “conosce il regolamento” e continua a spingere. Stock “esplode” a -5, Carlsen “non guarda la barra” (“conosce il regolamento” anche lui) e prosegue le semplificazioni sino a che nulla resta altro da fare che scrivere ½-½.

    Carlsen dunque “vincitore dei vincitori”. E ora?
    Ora So ed Erigaisi giocheranno tra loro. Eliminato lo sconfitto, il vincitore giocherà contro Naka. Il “vincitore degli sconfitti” affronterà quindi Carlsen per decidere il “vincitore definitivo”.

  6. Ale
    9 febbraio 2023 - 20:00

    Spiace arrivare oggi a cose quasi fatte:

    DIVISON I sconfitti

    So ha superato 1½ – ½ Erigaisi

    “Finale sconfitti” contro Naka quindi per So.

    Nella prima Naka imposta “sconfondendo” qualcosa: So con i bianchi può godersi una italiana con un paio di tempi di vantaggio. Naka tiene a lungo sino ad inciampare nel finale Donne&Pedoni dando a So l’occasione di chiudere. Non raccolta dai bianchi, segue triplice.

    La 2a partita, berlinese patta in 14…

    Armageddon dunque!

    So con bianchi si da alla scozzese, si sviluppa in una variante “Stock preferisce il bianco parecchio presto”

    So però è umano e la posizione ha le sue minacce, anche considerando chi guida i neri. Non intraprendente come necessario So, Naka riesce quindi a creare una posizione da “non guardate la barra”: “white sarà anche much better” ma lo deve dimostrare. So impiega parecchio del suo vantaggio di tempo per trovare una strada: fa buon lavoro, il suo Re trova infine sicurezza e la posizione tende a “il bianco ha un pedone in più”. Si mette a premere So, forse esagera con i cambi e Naka può dedicarsi al contenimento danni con speranze. So sbaglia e si entra in “zona 0.00”. Film già visto nelle Armageddon in questo evento: So deve andare all-in e ne paga il prezzo: 0-1 alla 70ma.

    Domani alle 17 Gran finale rivincita Carlsen – Nakamura. Se vince Carlsen, evento al norvegese. Se vince Naka, ulteriore match di spareggio.

    DIVISION II vincitori

    Caruana si è imposto 2½-½ su Yu Yangyi (apprezzabile mi pare la prima, nella quale Caruana ha decisamente meglio interpretato il finale Astessocampo+pedoni)

    Nel mentre in DIVISION II sconfitti Predke ha battuto 2-1 Lazavik e Yakubboev con lo stesso risultato ha messo fine al “depensionamento” di Kramnik: a fine esperienza, può direi considerarsi ancora un “discreto” giocatore rapid il 14° Campione del Mondo!

    Yakubboev e Predke stanno disputando il loro match, il vincitore affronterà Yu per un posto nella Gran Finale contro Caruana.

    DIVISION III

    Sevian è il vincitore “definitivo” della DIVISION III dopo aver battuto 2½ – 1½ Praggnanandhaa. Allo statunitense 20 punti tour & 5.000$

    Domani si decide il vincitore dell’ Airthings Masters, il 4° dei classificati diretti al match-play del prossimo evento (Carlsen e Naka in quanto finalisti, So in quanto 3° e il vincitore della DIVISION II)

  7. Ale
    9 febbraio 2023 - 22:13

    Yakubboev – Predke 2-0, il che significa “Finale sconfitti” Yu Yangyi – Yakubboev,

    Che finisce ora: 2 del mattino a Tashkent (!), 5 a Pechino (!!): nell’Armageddon necessaria a decidere il vincitore, enormi rischi per i neri di Yakubboev che sembra giocare “non ricordando che gli basta la patta” (il sacrificio di qualità alla 43ma appare al volo “un po’ troppo”) che riescono in ogni caso a tenere a lungo. Non c’è incremento e il T+A+3PP Vs 2AA+4PP è parecchio scomodo per l’uzbeko. Sembra stabilizzarsi, ma anche il risultante T+P Vs A+2PP ha le sue insidie: per un po’ “sembra di guardare melina” ma quando arriva Yu riesce a vedere l’errore del rivale. 1-0 alla 79ma

    “L’altro Nodirbek” del giovane Uzbekistan ( 3 volte Campione nazionale/bronzo individuale olimpico classe 2002) chiude quello che è stato per lui in ogni caso credo buon evento: in gruppone di 11 giocatori a 6/9 nello Svizzero (4 vittorie, una proprio contro Yu), 14mo per spareggio tecnico. Poi vittoria contro Vasif Durarbayli e per lui quindi Girone vincitori nel quale ha superato Bluebaum e Andreikin prima di essere spedito in Girone sconfitti da Caruana. Nel quale ha battuto Kramnik e Predke prima dell’eliminazione odierna.

    Yu Yangyi può “godersi l’alba” quale vincitore della DIVISION II sconfitti!

    Lui pure nel gruppone a 6/9 nello Svizzero, 21o per spareggio tecnico. La vittoria contro il connazionale Xu lo ha messo nel Girone vincenti, nel quale si è imposto su Sadhwani, Kravtsiv e Predke prima di passare nel Girone sconfitti perdendo contro Caruana. La vittoria di oggi, come detto, gli concede la rivincita contro Caruana nella “Gran Finale” di domani.

    10/2 dalle 17

    DIVISION I
    “Gran Finale” Carlsen – Nakamura

    DIVISION II
    “Gran Finale” Caruana – Yu

    “Curiosità statistica”, Naka, Yu e Pragg: in tutte e 3 le Divisioni lo sconfitto della “Finale vincenti” si è ripresentato per la rivincita.

  8. Ale
    10 febbraio 2023 - 20:09

    “Generalmente la finale è Carlsen-Nakamura e generalmente la vince Carlsen”

    Jan Gustafsson come sempre è bravo a riassumere la situazione.

    La Grand Final è andata a Magnus Carlsen, che vince quindi la 1a tappa del CCT 2023.

    Oggi nel complesso meglio di Naka, ma non è stata una passeggiata: se la 1a partita ha mostrato il norvegese semplicemente più forte dello statunitense e la 2a come Carlsen fosse “più in giornata anche con i neri” e insomma sembrava tutto andare a senso unico, nella terza gli è servito un miracolo e nella quarta è partito maluccio. Ma Naka è stato visto più forte & spietato in carriera e ha mancato i colpi che poteva piazzare: lusso che non ci si può concedere contro “quello lì”.

    Questa Gran finale direi ha però nel complesso meritato: abbiamo il TCEC se non ci interessa l’aspetto umano 😉

    Per Carlsen 30.000$, 150 punti tour e invito alla Finale di dicembre.

    In DIVISION II Caruana ha superato Yu nella “Gran Finale”, per lui 10.000$, 50 punti tour e un posto assicurato con Carlsen, Naka e So in DIVISION I del prossimo evento.

    Quelli di voi che sono confusi dal regolamento troveranno forse interessante che Caruana ha dichiarato di aver scoperto ieri che una vittoria oggi avrebbe significato DIV I alla prossima….

    Carlsen, Caruana, Sevian (quest’ultimo ieri battendo Pragg, per chi se lo fosse perso): “curiosità statistica”, tutti e 3 i “vincitori dei vincitori” sono poi diventati “Gran vincitori”.

    Che dire in chiusura di 1a tappa del nuovo CCT?

    Per certo la carne al fuoco mi appare occasionalmente troppa ed è difficile seguire tutto. Ma l’idea, ad esempio, dello spettatore che da la precedenza alla DIV I e segue intatno le imprese di un proprio altro beniamino nelle altre ha un suo senso: uno segue “il Top” e nel mentre non perde di vista “il suo Pragg”. Con a disposizione “tutti” i commentatori del mondo, a proposito di DIV II e III, forse potrebbero considerare di dedicare una diretta alle due “serie minori”: sono certo che tante belle partite siano passate inosservate e questo è un delitto. (nota personale: chess24 non può chiedere allo spettatore di avere aperte ***6*** schede per seguire il tutto).

    In passato il Tour ha mostrato di saper venire incontro “alla base” apportando cambiamenti in corso: assurdo aspettarseli “strutturali” ma non ritengo impossibile che la prossima tappa sia già più “comoda” per noi spettatori.

    Nel complesso è evento “faticoso” a cui stare dietro, ma non nego che seguire il tutto ha saputo riuscire ad essere emozionante!

    Che altro? Un sacco di scacchisti forti hanno giocato a scacchi, alla fine ha vinto Carlsen 😉

  9. Ale
    10 febbraio 2023 - 22:50

    Pubblicato QUI su chess.com articolo riassuntivo delle Finali & con classifiche.

    Quella Top20 Tour:

    1 Carlsen 150

    2 Nakamura 100

    3 So 75

    4 Eigaisi 50
    Caruana 50

    6 Gukesh 30
    Sarana 30
    Yu 30

    9 Firouzja 20
    Mamedov 20
    Yakubboev 20
    Sevian 20

    13 Predke 15
    Praggnanandhaa 15

    15 Kramnik 10
    Lazavik 10
    Bortnyk 10

    18 Bluebaum 8
    Dubov 8
    Lenderman 8

    Come ormai tradizione, Naka ha già fatto uscire il suo recap di giornata: QUI su YouTube.

    Il 13 marzo si terrà lo Svizzero Play-In, nel quale i primi 8 disputeranno mini-match per stabilire i 4 che si uniranno a Carlsen, Naka, So & Caruana in Division I della 2a tappa che partirà il 3 aprile.

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Clicca per Registrati.