Scacchierando.it
evidenza

Prima Prova del Grand Prix Femminile 2022/23

Dopo otto turni Goryachkina e Lagno a 6 punti, Zhu Jiner segue a 5 punti. 9° T. LIVE ore 11

Il riferimento alla sede della Prima Prova del Grand Prix Femminile 2022/23 potrebbe ingannare: Nur-Sultan è la denominazione attuale per la capitale del Kazakistan, che gli appassionati scacchisti conoscono bene come Astana (che significa proprio “capitale” e la volontà popolare vorrebbe un ritorno a quella denominazione). Comunque, a parte le questioni terminologiche, riprende il Women’s GP, competizione che, dopo la sua creazione nel 2009, non ha avuto vita facile, con la sospensione del 2017/18 e la “dilatazione” di quella del 2019/21. Quattro sono le Prove previste per l’edizione 2022/23: questa in Kazakistan, dal 18 al 29 settembre; a Monaco di Baviera dal 2 al 13 febbraio 2023; in India a marzo e in Polonia a maggio-giugno 2023.

Le protagoniste dell’intera competizione

Clipboard02

Vaishali Rameshbabu sostituisce nella 1^ Prova Koneru Humpy, assente per motivi di salute.

Goryachkina_photo David Llada

Aleksandra Goryachkina (foto David Llada)

Skolkovo_2019_Lagno_photo David Llada

Kateryna Lagno (foto David Llada)

Tan Zhongyi_photo Gu Xiaobing

Tan Zhongyi (foto Gu Xiaobing)

Vaishali Rameshbabu

Vaishali Rameshbabu (che sostituisce nella 1^ Prova Koneru Humpy, assente per motivi di salute)

Le giocatrici che pur avendone diritto hanno rinunciato alla partecipazione sono la Campionessa del Mondo in carica Ju Wenjun, il più alto rating femminile attuale Hou Yifan e la vincitrice del Grand Swiss Femminile Lei Tingjie, “guarda caso” tutte Cinesi. La Federazione Cinese anche in campo assoluto sta centellinando le partecipazioni dei propri rappresentanti in competizioni all’estero.

Regolamento

Ogni giocatrice partecipa a tre Prove su quattro; a seconda della posizione conseguita in classifica si ha diritto a un punteggio (160 punti alla prima classificata, 130 alla seconda, 110 alla terza e così via); le due giocatrici che ottengono il punteggio più alto alla fine delle Prove vengono ammesse al Torneo delle Candidate 2023/24 (il Torneo delle Candidate 2022/23 si deve ancora disputare, con il compito di determinare la Sfidante  all’attuale Campionessa Mondiale, cioè Ju Wenjun).

Cadenza di gioco: 90′ x 40 mosse + 30′ per finire, sempre con incremento di 30″ a mossa. Ovviamente undici turni per singola Prova.

Montepremi per singola Prova con punteggi assegnati

montepremi

Altri 80.000 euro saranno assegnati alle prime otto della classifica finale GP.

Calendario (togliere quattro ore per il corrispettivo in Italia)

Clipboard02

Un po’ di Storia

Il Grand Prix Femminile prese il via nel periodo 2009/2011 (doveva svolgersi in un biennio, ma slittò l’ultima Prova per problemi finanziari), la vincitrice avrebbe dovuto sfidare la Campionessa del Mondo in carica Hou Yifan, ma fu la stessa Hou ad imporsi nel GP, quindi la seconda classifica Koneru Humpy conquistò il diritto a sfidare Hou Yifan (l’Indiana poi perse nettamente la sfida contro la Cinese).

Stessa formula nel 2011/12, ancora la vincitrice avrebbe dovuto sfidare direttamente la Campionessa del Mondo. Vinse ancora Hou Yifan (che nel frattempo aveva perso il titolo nel Mondiale KO del 2012, vinto da Anna Ushenina, poi travolta da Hou Yifan nel successivo Match Mondiale).

Nel 2013/14 Hou Yifan vinse per la terza volta consecutiva il GP (e per la terza volta consecutiva Koneru Humpy fu seconda). Nel frattempo Hou Yifan aveva deciso di non partecipare più alla “lotteria” del Mondiale KO (vinto nel 2015 da Mariya Muzychuk, poi travolta, tanto per cambiare, da Hou Yifan nel Match Mondiale del 2016: Hou Yifan in queste tre sfide mondiali non ha perso nemmeno una partita!).

Nel 2015/16 l’esito del GP cambia, in quanto Hou Yifan abbandona la competizione. Vince però ancora una Cinese, Ju Wenjun, attuale Campionessa Mondiale; Koneru Humpy per la quarta volta consecutiva al secondo posto! Nel prosieguo Ju Wenjun metterà tutti d’accordo, prima vincendo il Mondiale “classico” contro Tan Zhongyi e poi vincendo il Mondiale KO, entrambi gli eventi si svolsero nel 2018.

Il GP 2017/18 non si svolse per problemi organizzativi. Per questo, al 1° Torneo delle Candidate organizzato dalla nuova dirigenza FIDE nel 2019 le giocatrici erano qualificate o dal Mondiale KO del 2018 o per rating; come sappiamo, Goryachkina vinse nettamente il Torneo, impegnando poi allo stremo Ju Wenjun nel Match Mondiale del 2020, vinto dalla Cinese solo agli spareggi rapidi.

Nel 2019/21 si svolse il GP travagliato dal periodo di pandemia, con le due prime classificate qualificate al Torneo delle Candidate 2022 assieme a giocatrici provenienti da rating, World Cup e Grand Swiss 2021, in analogia con il Ciclo Mondiale Assoluto. Vinse Aleksandra Goryachkina, con Koneru Humpy classificata incredibilmente per la quinta volta di fila al secondo posto! Essendo Aleksandra già qualificata per le Candidate, oltre a Koneru anche Kateryna Lagno ebbe questa possibilità.
La vincitrice del Torneo avrebbe poi dovuto sfidare a fine di quest’anno Ju Wenjun per il Titolo. Purtroppo, nonostante le otto giocatrici siano note da gennaio, il Torneo è stato bloccato dallo scoppio della guerra, che rende impossibile lo svolgersi di un evento di così alto livello con presenti giocatrici sia russe che ucraine.
Il 1° GP femminile della serie 2022/23, iniziato oggi in Kazakistan, è la prima prova di un nuovo ciclo Mondiale, che (si spera) si concluderà nel 2024 con un Torneo delle Candidate e un Match Mondiale contro la Campionessa, che quindi potrebbe non essere Ju Wenjun.

Clipboard02

Sito ufficiale

Accoppiamenti, risultati e classifica

Diretta online

14 Commenti a “Prima Prova del Grand Prix Femminile 2022/23”

  1. Blade
    19 settembre 2022 - 18:01

    Secondo turno molto vivace, con ben quattro risultati decisivi su sei.
    Il “Big-Match” tra Goryachkina e Lagno non offre particolari emozioni: una variante teorica seguita per oltre venti mosse, patta alla 30esima. Ben più combattuta l’altra patta tra Abdumalik e Tan Zhongyi, con la Cinese che non si è avveduta di una micidiale 14…h6! che le avrebbe dato netto vantaggio sfruttando una posizione dei pezzi disastrosa per la Cazaca.
    E veniamo ai risultati decisivi.
    Paehtz si destreggia bene fin oltre la 30esima, con una buona attività dei pezzi in cambio di un pedone; ma poi non riesce a mantenere la pressione e Shuvalova dilaga, arrivando al matto.
    Zhu Jiner devastante su Wagner. Vaishali ottiene una posizione molto promettente in apertura con il Re della Kashlinskaya molto esposto; ma la realizzazione del vantaggio è tutt’altro che precisa (posizione cmq molto complessa, naturalmente facile per il motore) e la Polacca ribalta la situazione con un pedone in settima che diventa decisivo.
    Ma la sorpresa della giornata è la vittoria di Assaubayeva, col Nero, su Kosteniuk! La Cazaca gioca una Najdorf e di certo Alexandra non si fa sorprendere in preparazione, guadagna un pedone, ma qualche imprecisione rimette in equilibrio la partita; Kosteniuk ha a disposizione il perpetuo, ma non lo attua, lasciando l’iniziativa nelle mani di Assaubayeva che non se la lascia sfuggire, il panico si impossessa di Alexandra che permette un attacco da matto.

    Dopo due turni di gioco in quattro in vetta con 1 punto e mezzo.

Lascia un commento

Devi essere loggato per lasciare un commento. Clicca per Registrati.